“I close my eyes
only for a moment
and the moment’s gone
all my dreams
pass before my eyes a curiosity
dust in the wind
all they are is dust in the wind

Same old song
just a drop of water
in an endless sea
all we do
crumbles to the ground
though we refuse to see
dust in the wind
all we are is dust in the wind

Now, don’t hang on
nothing last forever
but the earth and sky
it slips away
And all your money
won`t another minute buy

Dust in the wind
all we are is dust in the wind
dust in the wind
all we are is dust in the wind
dust in the wind
everything is dust in the wind”.

—————————————————-

Traduzione.

“Chiudo gli occhi
solo per un attimo
e l’attimo è andato
tutti i miei sogni
passano attraverso i miei occhi
polvere nel vento
tutto ciò che sono è polvere nel vento

La stessa vecchia canzone
solo una goccia d’acqua
in un mare infinito
facciamo tutti
briciole per terra
anche se ci rifiutiamo di vedere
polvere nel vento
tutto ciò che siamo è polvere nel vento

Ora smettila
niente dura per sempre
tranne la terra e il cielo
tutto scivola via
e tutti i tuoi soldi
non compreranno un altro minuto

Polvere nel vento
tutti siamo polvere nel vento
polvere nel vento
tutti siamo polvere nel vento
polvere nel vento
tutto è polvere nel vento”.

—————————————————-

Kansas, Dust in the wind – 3:28
(Kerry Livgren, Steve Walsh)
Album: Point of Know Return (1977)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Riferimenti.

Brano inserito nella rassegna Le canzoni più tristi di Infinititesti: “Polvere nel vento, siamo tutti polvere nel vento. Tutto ciò che siamo è polvere nel vento. Non si può dire che i Kansas brillino di ottimismo, e anche l’arrangiamento si accompagna al testo (più che) vagamente fatalista. Le chitarre acustiche, un coro con voci tristi, l’atmosfera cupa aleggiano su un brano che è diventato un must negli anni ’70. Anche per la sua orecchiabilità generale, che ne ha consentito un’ottima programmazione radiofonica che resiste tuttora. Il messaggio che ne deriva, però, è chiaramente destabilizzante per chi vuole passare una vita in tranquillità senza pensare a troppe questioni filosofiche. Consigliato a chi ama la chitarra e non conosce l’inglese, sconsigliato a chi si interroga su chi e cosa veramente siamo”.

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Marie Jolie ([email protected])

—————————————————-