Joshua Radin – Star Mile (testo e traduzione)

————————————————

“Oh doubt in the girl by your side
she’s feeding your pride
as you go for a ride
down the Star Mile

Worlds arise as she lets you come in
a duo begins
to the Hollywood Inn
of the lonely

And all the gold dust in her eyes
won’t reform into rain
you had and lost the one thing
you kept in a safe place
remember the face
of the girl who had made you her own
and how you left her alone

All’s well at the base of the hill
you might need to fill
a prescription to kill
off the silence.

Look down from your tower on high
and take in the night
look her right in the eye
she’ll listen


And all the gold dust in her eyes
won’t reform into rain
you had and lost the one thing
you kept in a safe place
remember the face
of the girl who had made you her own
and how you left her alone

Life goes to those that are true
the regular news
over playing the blues
with the light on

And if you burn the road
that’ll lead you back to her in time
I watch you turn to stone
you can’t find the sunlight

She’s moving on without you
the tide breaks
you watch the stars fade
they gather you back to their home
I guess it’s better than being alone”.

————————————————

Traduzione.

“Oh, dubbi nella ragazza al tuo fianco
lei alimenta il tuo orgoglio
mentre corri sullo Star Mile (1)

Mondi si sollevano mentre ti assorbe
nasce un duo
per l’Hollywood Inn dei solitari.

Tutta la polvere d’oro nei suoi occhi
non si riformerà come pioggia
hai ottenuto e perso l’unica cosa
che tenevi in un posto sicuro
ricorda il viso della ragazza
che ti ha fatto suo
e come l’hai lasciata sola.

Tutto va bene ai piedi della collina
potresti avere bisogno di una ricetta
per eliminare il silenzio.

Guarda giù dalla tua torre, ebbro
e assorbi la notte
guardala dritto negli occhi
lei ascolterà.

Tutta la polvere d’oro nei suoi occhi
non si riformerà come pioggia
hai ottenuto e perso l’unica cosa
che tenevi in un posto sicuro
ricorda il viso della ragazza
che ti ha fatto suo
e come l’hai lasciata sola.

La vita sorride a chi è sincero
la solita storia di uno che se la vede brutta
con la luce accesa

E se bruci la strada
questo ti riporterà da lei in tempo
ti guardo diventare di pietra
non trovi più la luce del sole

Lei va avanti senza di te
la marea di infrange
vedi le stelle impallidire
ti riaccolgono di nuovo a casa loro
immagino sia meglio che essere soli.

(Traduzione a cura di Peppo Anselmi)

————————————————

Note.

(1) Star Mile: è la distanza che bisogna percorrere da soli per comprendere il senso delle cose (da Urban Dictionary).

————————————————

Joshua Radin, Star Mile – 4:01
Album: We were here (2006)

Brano inserito nella colonna sonora del film The Last Kiss (2006) diretto da Tony Goldwyn (remake americano de L’ultimo bacio di Gabriele Muccino), con Zach Bradd e Jacinda Barrett.

Brano inserito nella rassegna Colonne Sonore di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Joshua Radin.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Giulia Red
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Arturo Bandini (ad interim) (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Unisciti alla discussione

2 commenti

  1. mi unisco… è vero che adesso vedo che vi dedicate a cose molto più complicate, ma ogni tanto dedicatevi anche a noi poveri mortali terrestri, che amano Joshua e gli altri easy indies… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *