“Yo tengo tantos hermanos
que no los puedo contar
en el valle, la montaña
en la pampa y en el mar

Cada cual con sus trabajos
con sus sueños cada cual
con la esperanza delante
con los recuerdos detras

Yo tengo tantos hermanos
que no los puedo contar

Gente de mano caliente
por eso de la amistad
con un lloro pa’ llorarlo
con un rezo pa’ rezar

Con un horizonte abierto
que siempre esta mas allá
y esa fuerza pa’ buscarlo
con tesón y voluntad

Cuando parece mas cerca
es cuando se aleja más
yo tengo tantos hermanos
que no los puedo contar


Y así seguimos andando
curtidos de soledad
nos perdemos por el mundo
nos volvemos a encontrar

Y así nos reconocemos
por el lejano mirar
y las coplas que mordemos
semillas de inmensidad

Y así seguimos andando
curtidos de soledad
y en nosotros nuestros muertos
pa’ que nadie quede atrás

Yo tengo tantos hermanos
que no los puedo contar
y una hermana muy hermosa
que se llama Libertad”.

—————————————————-

Traduzione.

“Io ho così tanti fratelli
che non li posso contare
nella valle, in montagna
nella pampa e sul mare.

Ognuno con i suoi problemi
con i suoi sogni ognuno
con la speranza davanti
con i ricordi alle spalle.

Io ho così tanti fratelli
che non li posso contare.

Gente dalle mani calde
per l’amicizia
con un pianto da piangere
con una preghiera da pregare

Con un orizzonte aperto
che è sempre un po’ più lontano
e questa forza per cercarlo
con tenacia e volontà.

Quando sembra più vicino
è quando si allontana di più
io ho così tanti fratelli
che non li posso contare.

Così continuiamo ad andare avanti
lavorati dalla solitudine
ci perdiamo per il mondo
e di nuovo ci incontriamo

Così ci riconosciamo
per il guardare lontano
per questi versi che mordiamo
semi d’immensità.

Così continuiamo ad andare
lavorati dalla solitudine
e in noi i nostri morti
perché nessuno rimanga indietro.

Io ho così tanti fratelli
che non li posso contare
e una donna bellissima
che si chiama libertà”.

—————————————————-

Bïa (feat. Lhasa de Sela), Los hermanos – 3:15
Album: Nocturno (1999)

Cover dell’omonimo brano di Atahualpa Yupanqui.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-