—————————————————-

“E vi odio voi romani, io vi odio tutti quanti
brutta banda di ruffiani e di intriganti
camuffati bene o male da intellettuali e santi
io vi odio a voi romani tutti quanti.

Siete falsi come Giuda, e dirvi Giuda è un complimento
e vivete ancora adesso avanti Cristo
e trattate gli altri come i vostri nonni coi cristiani
io vi odio a tutti quanti voi romani.

Mamma lupa – poveretta – si è svenata con i denti
il giornale ha riportato con stupore
non poteva sopportare che il suo popolo invasore
diventasse una colonia di invadenti.

E vi odio a voi romani, io vi odio tutti quanti
distruttori di finanze e nati stanchi
siete un peso alla nazione, siete proprio brutta gente
io ti odio grande Roma decadente.

Sui tombini delle fogne, come tanti scudi antichi
ci scrivete ancora SPQR
ma guardatevi, a dottori, siete molli come fichi
e poi andiamo, non è più tempo di guerre.


E vi odio a voi romani, io vi odio tutti quanti
brutta banda di ruffiani e di intriganti
cammuffati bene o male siete sempre farabutti
io vi odio a voi romani, vi odio tutti”.

—————————————————-

Alberto Fortis, A voi romani – 3:25
(Alberto Fortis)
Album: Alberto Fortis (1979)

Brano inserito nella rassegna I luoghi del cuore di InfinitiTesti.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Alberto Fortis.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

A voi romani fu forse la canzone che destò più interesse e polemica dell’intero album. Interpretato come un attacco agli abitanti di Roma da parte di un cantante del nord è, in realtà, come ribadito più volte con veemenza da parte del suo autore, una critica al potere, di cui la capitale è centro nevralgico. Inoltre la canzone dev’essere considerata un attacco a tutte le forme di potere: « Io vi odio a voi romani/io vi odio tutti quanti/distruttori di finanze e nati stanchi/siete un peso alla nazione/siete proprio brutta gente/io ti odio grande Roma decadente»”.

(Wikipedia, voce Alberto Fortis (album))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-