—————————————————-

“Tu che respiri piano, dentro l’ascensore
con le scarpe in mano, per non far rumore
e l’alba ti somiglia, mentre ti addormenti
e la città si sveglia

Con tutti i tuoi pensieri scritti sul diario
coi giorni bianchi e neri qui sul calendario
e un poster che sorride, come in quel concerto
dove si cantava…

Albachiava, e pure alla tua età
Alba prova cos’è la libertà
passerà la tua generazione
e tu ingenua cambierai santone
finché un giorno in una compilation
piangerai pensando a quando si cantava…

Albachiava, e tu non me la dai
ce l’hai nuova, che cazzo te ne fai?

Se qualche volta in bagno segui le tue dita
e il corpo ti disegni come una matita
tuo padre fuori bussa, tu resti nel tuo sogno
e lui si caga addosso…


La sera ti addormenti con le tue cassette
ne hai già comprate venti, non ci hai capito niente
e piangi nella notte, ma dei tuoi turbamenti
a noi che ce ne fotte…

Albachiava, e tu non sai cos’è
c’è una fava che aspetta solo te
allo stadio c’era Vasco Bossi
quel cantante coi capelli grassi
abbracciati si faceva il coro
e ce l’avevo duro che non si piegava…

Albachiava, e tu non me la dai
ce l’hai nuova, che cazzo te ne fai?

– Guarda quanta gente, centomila persone tutte per meee…
– Eh, non t’illudere, quarantamila omaggi…
– Centomila, abbiamo guadagnato…
– …Trentamila tra carabinieri, finanzieri…
– …Abbiamo fatto, quanto abbiamo fatto?
– Vieni, vieni, attento al gradino…
vieni che sei un po’ insagnato…
– Quanto abbiamo guadagnato stasera?
– Niente, niente, tut… tutto gratis…
– Cinquantamila bigliet… centomila persone…
– No, no… non t’illudere, non t’illudere…
– Ciao, pubblico!
– Sì, non c’è più nessuno…sei rimasto solo.
Chi saluti? Andiamo al Matriciano.
– Dammi qualche soldo per tutto…
– No, dopo, dopo, dopo…
– Dammi qualcosa… poi gua…
– Che devi comprare?
– La cena…
– Sì…oh… Tira la porta, tira, tira…
– Ciao pubblico!
– Tira la porta, tira…
– Ciao pubblico!
– Ancora? Non c’è nessuno. Andiamo…
E’ rimasto un vigile urbano, andiamo…
– Ciao vigile!
– Dai, basta…
– …E in quela compilation…
– Andiamo!…
– Ragaz…
– Fatti le an…
– Ciao!…
– Fatti le analisi domani mattina
– Centomila tutti per noi…
– ‘Diamo… E stai lavorando troppo… Fatti un check-up…
– C’ho fame!…
– Fatti un check-up… fatte fottere, jammucenne.
– Ciao pubblico!
– Ahhh… non c’è nessuno! ‘Diamo… andiamo… andiamo…
andiamo. Piglia il gorilla (Ahr! Ahr! Ahr! Ah!) Gorilla…”.

—————————————————-

Squallor, Albachiava – 5:09
(Cerruti, Bigazzi, Savio)
Album: Cambia mento (1994)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-