Pearl Jam – Unthought known (testo e traduzione)

————————————————

“All the thoughts, you never see
you’re always thinkin’
brain is wire, brain is deep
oh are you sinkin’?

Feel the path of every day
which road you takin’?
Breathin’ hard, & makin’ hay
yeah this is livin’

Look for love & evidence
that you’re worth keepin’
swallowed whole in negatives
it’s so sad & sickenin’

Feel the air up above
a pool of blue sky
fill the air up with love
black with starlight

Feel the sky blanket you
with gems & rhinestones
see the path cut by the moon
for you to walk on
for you to walk on


Nothing left, nothing left
nothing there, nothing left…

See the path cut by the moon
for you to walk on
see the waves on distant shores
awaiting your arrival

Dream the dreams of other men
you’ll be no ones rival
dream the dreams of others then
you will be no ones rival
you will be no ones rival

A distant time, a distant space
that’s where we’re livin’
a distant time, a distant place
so what you givin’?
What you givin’?”.

————————————————

Traduzione.

“Tutti i pensieri che non consideri mai
ma che fai in continuazione
la mente è connessa, la mente è profonda
oh, stai affondando?

Pensa al percorso di ogni giorno
quale strada stai prendendo?
Respira forte e prendi il meglio
questa è la vita

Cerchi l’amore e la prova
che meriti di essere tenuto
ingoiare tutta la negatività
è così triste e disgustoso

Senti l’aria sopra di te
una piscina di cielo blu
riempi l’aria di amore
il buio con la luce delle stelle

Senti il cielo come una coperta
fatta di pietre preziose e diamanti falsi
guarda il sentiero disegnato dalla luna
perché tu lo possa percorrere
perché tu lo possa percorrere

Non è rimasto niente, non è rimasto niente
niente lì, non è rimasto niente…

Guarda il sentiero disegnato dalla luna
perché tu lo possa percorrere
guarda le onde sulle rive lontane
che aspettano il tuo arrivo

Sogna i sogni di altri uomini
non sarai rivale di nessuno
sogna i sogni di altri allora
non sarai rivale di nessuno
non sarai rivale di nessuno…

Un tempo lontano, uno spazio lontano
è lì che viviamo
un tempo lontano, un posto lontano
allora tu cosa stai dando?
Cosa stai dando?”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

————————————————

Pearl Jam, Unthought known – 4:09
(Eddie Vedder)
Album: Backspacer (2009)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Pearl Jam.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

————————————————

Unisciti alla discussione

7 commenti

  1. canzone di una bellezza inimmaginabile, ritmo perfetta e forza emotiva che potrebbe spostare una montagna…

  2. brano in purissimo stile Vedder, costruito con una la sua purissima filosofia di vita… da ascoltare con le cuffie a tutto volume, può salvare la tua esistenza!!

  3. con Vedder si esplorano sempre mondi nuovi, accessibili solo con il pensiero
    la fantasia è la chiave di tutto
    a distant time, a distant space
    that’s where we’re livin
    a distant time, a distant place
    so what you givin’?
    what you givin’?

  4. la bellezza di questo pezzo non è commentabile
    è nella mia top 100 da quando l’ho ascoltata la prima volta
    e adesso l’apprezzo sicuramente di più

  5. il video descrive la canzone in modo perfetto: un insieme di timelapse e slow motion che si susseguono, come la nostra vita che accelera e frena all’improvviso… brano perfetto per chi si sente depresso, triste o solitario… è l’altra faccia della vita, quella che non abbiamo mai visto, e che forse non riusciremo mai a vedere… ma ci fa capire che c’è molta più vita urlando ad un tramonto per una sola sera che stando anni dietro ad una scrivania… è una dirty fucking song, di cui avremo bisogno sino alla nostra morte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.