Ivan Graziani – Olanda (testo)

————————————————

” – Alle tre – mi hai detto
– tira un sasso sopra il tetto vedrai
vedrai, vedrai, mi sveglierò
però se tu non mi vedi
puoi aspettarmi giù in stazione
vedrai, vedrai, vedrai
vedrai che arriverò -.

E io fermo in stazione
aspetto il tuo bus
cosa ti metterai
come ti presenterai
che cosa mi dirai?

Scappare da qui, fuggire lontano
un mondo nuovo che ci accolga
tutti e due, senza malinconie
e l’Olanda è lontana dai nostri confini
e sento i campi e i fiori
ed i mulini a vento girare dentro me.

– Scusi mi fa un caffè? – Che ore sono?
Già le sei e un treno s’allontana
e quell’altro, chi lo prenderà?
Il sole accende l’ombra dei semafori lontani
ho un nodo nella gola
e amarezza delusione o chissà che.

E l’Olanda scompare dai confini del cuore
e sento i campi e i fiori ed i mulini a vento
morire dentro me, dentro me…”.


————————————————

Ivan Graziani, Olanda – 4:10
Album: Viaggi e intemperie (1980)

Brano inserito nella rassegna I luoghi del cuore di InfinitiTesti.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Ivan Graziani.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Unisciti alla discussione

1 commento

  1. a parte le più famose (“Firenze” su tutte), penso che in realtà la canzone più bella del repertorio del grande Ivan Graziani sia stata proprio questa… una poesia pura che descrive come nessuno la delusione, la frustrazione e l’insicurezza di un giovane che vuole cambiare la propria vita… L’Olanda è una scusa per scappare via con la sua bella, i mulini a vento sono quasi più dolorosi di quelli di Don Chisciotte, e alla fine rimarrà in stazione a soffrire da solo… “ho un nodo nella gola e amarezza delusione o chissà che”. Storia di altri tempi, quando si comunicava in modo diverso. Ora con i cellulari, facebook e gli sms i sassi sopra il tetto sono pura archeologia. Come i segnali di fumo degli Cheyenne. E forse in un certo senso è meglio così…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *