—————————————————-

“Now the pale morning sings of forgotten things
she plays a tune for those who wish to overlook
the fact that they’ve been blindly deceived
by those who preach and pray and teach
but she falls short and the night explodes in laughter

But don’t you come here and say I didn’t warn you
about the way your world can alter
and oh how you try to command it all still
every single time it all shifts one way or the other

And I’m a goddamn coward, but then again so are you
and the lion’s roar, the lion’s roar
has me evading and hollering for you
and I never really knew what to do

Well I guess sometimes I wish
you were a little more predictable
that I could read you just like a book
for now I can only guess what’s coming next
by examining your timid smile
and the ways of the old, old winds blowing you back ‘round

And I’m a goddamn fool, but then again so are you
and the lion’s roar, the lion’s roar
has me seeking out and searching for you
and I never really knew what to do



Sometimes I wish I could find my Rosemary Hill
I’d sit there and look at the deserted lakes and I’d sing
and every once in a while I’d sing a song for you
that would rise above the mountains and the stars and the sea
and if I wanted it to it would lead you back to me

And the lion’s roar, the lion’s roar
is something that I have heard before
a children’s tale, the lonesome wail of a lion’s roar”.

—————————————————-

Traduzione.

“La pallida alba canta di cose dimenticate
suona una melodia per coloro che non vogliono ricordare
di come siano stati inconsapevolmente ingannati
da quelli che predicano, pregano e insegnano
ma cede subito e la notte esplode in una risata

Ma non venire a dirmi che non ti avevo avvisato
circa il modo in cui il tuo mondo può cambiare
e oh, come cerchi ancora di controllare tutto
ogni singola volta che cambia in un modo o nell’altro

Ed io sono dannatamente codarda, ma lo sei anche tu
e il ruggito del leone, il ruggito del leone
mi fa fuggire da te e urlare
ed io non ho mai davvero saputo cosa fare

Qualche volta credo di desiderare
che tu sia un po’ più prevedibile
per poterti leggere come un libro aperto
per adesso posso solo indovinare cosa succederà dopo
studiando il tuo timido sorriso
e dal modo in cui i vecchi
vecchi venti soffiano attorno a te

Ed io sono dannatamente idiota, ma lo sei anche tu
e il ruggito del leone, il ruggito del leone
mi fa cercare e ricercare te
ed io non ho mai davvero saputo cosa fare

Qualche volta vorrei poter trovare la mia Rosemary Hill
mi siederei laggiù, guardando i laghi deserti e canterei
e una volta ogni tanto canterei una canzone per te
che salirebbe al di sopra
delle montagne, delle stelle e del mare
e se vorrai ti guiderà da me

E il ruggito del leone, il ruggito del leone
è qualcosa che avevo già sentito
una favola per bambini
il lamento solitario del ruggito di un leone”.

(Traduzione a cura di Sara Lebowsky e Arianna Russo)

—————————————————-

First Aid Kit, The lion’s roar – 5:12
Album: The lion’s roar (2012)

Brano inserito nella rassegna Lo zoo di InfinitiTesti – Le canzoni dedicate agli animali.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa delle First Aid Kit.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-