—————————————————-

“Wolf mother, wher e you’ve been?
You look so worn, so thin
you’re a taker, a devil’s maker
let me hear you sing heya heya

Wolf father, at the door
you don’t smile anymore
you’re a drifter, a shape shifter
let me see you run heya heya

Holy light, oh, guard the night
oh, keep the spirit strong
watch it grow, child of wolf
oh, keep holding on

When I ran through the deep dark forest
long after this begun
where the sun would set
the trees were dead and the rivers were none
and I hoped for a trace
to lead me back home from this place
but there was no sound there
was only me and my disgrace

Wolf mother, where you’ve been?
You look so worn, so thin
you’re a taker, a devil’s maker
let me hear you sing heya heya


Wolf father, at the door
you don’t smile anymore
you’re a drifter, a shape shifter
let me see you run heya heya

Wayward winds, a voice that sings
of a forgot ten land
see it fall, child of all
oh, lend a mending hand

When I ran through the deep dark forest
long after this begun
where the sun would set
the trees were dead and the rivers were none
and I hoped for a trace
to lead me back home from this place
but there was no sound
there was only me and my disgrace”.

—————————————————-

Traduzione.

“Madre lupa, dove sei stata?
sembri così stremata, così magra
sei una rapitrice, creatrice del diavolo
lascia che ti ascolti cantare heya heya

Padre lupo, alla porta
non sorridi più
sei un vagabondo, un mutaforma
lascia che ti guardi correre heya heya

Luce sacra, oh, custodisci la notte
oh, mantieni forte lo spirito
guardala crescere, figlia dei lupi
oh, continua a resistere

Quando correvo attraverso la profonda foresta nera
molto tempo dopo che tutto ebbe inizio
dove il sole si sarebbe posto
gli alberi erano morti
e non c’era nessun fiume
ho sperato in una traccia
che mi guidasse a casa da questo posto
ma non c’era nessun rumore
solamente io e la mia disgrazia

Madre lupa, dove sei stata?
sembri così stremata, così magra
sei una rapitrice, creatrice del diavolo
lascia che ti ascolti cantare heya heya

Padre lupo, alla porta
non sorridi più
sei un vagabondo, un mutaforma
lascia che ti guardi correre heya heya

Venti ribelli, una voce canta
di dieci terre dimenticate
guardale precipitare, oh, figlio del tutto
presta una mano guaritrice

Quando correvo attraverso la profonda foresta nera
molto tempo dopo che tutto ebbe inizio
dove il sole si sarebbe posto
gli alberi erano morti
e non c’era nessun fiume
ho sperato in una traccia
che mi guidasse a casa da questo posto
ma non c’era nessun rumore
solamente io e la mia disgrazia”.

(Traduzione a cura di Sara Lebowsky)

—————————————————-

First Aid Kit, Wolf – 3:40
Album: The lion’s roar (2012, bonus track)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa delle First Aid Kit.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Giulia Red
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-