—————————————————-

“In the event of something happening to me
there is something I would like you all to see
it’s just a photograph of someone that I knew

Have you seen my wife, Mr. Jones?
Do you know what it’s like on the outside?
Don’t go talking too loud
you’ll cause a landslide, Mr. Jones

I keep straining my ears to hear a sound
maybe someone is digging underground
or have they given up and all gone home to bed?
Thinking those who once existed must be dead?

Have you seen my wife, Mr. Jones?
Do you know what it’s like on the outside?
Don’t go talking too loud
you’ll cause a landslide, Mr. Jones

In the event of something happening to me
there is something I would like you all to see
it’s just a photograph of someone that I knew


Have you seen my wife, Mr. Jones?
Do you know what it’s like on the outside?
Don’t go talking too loud
you’ll cause a landslide, Mr. Jones”.

—————————————————-

Traduzione.

“Se mai dovesse succedermi qualcosa
c’è qualcosa che vorrei far vedere a voi tutti
è solo la fotografia di qualcuno che conoscevo

Ha visto mia moglie, Mr. Jones?
Sa cosa succede all’esterno?
Non parli troppo forte
potrebbe causare una frana, Mr. Jones

Continuo a tendere le orecchie per sentire un suono
forse qualcuno sta scavando sottoterra
o hanno tutti rinunciato e sono andati a letto?
Pensando che quelli che vivevano devono essere morti?

Ha mai visto mia moglie, Mr. Jones?
Sa cosa vuol dire all’esterno?
Non parli troppo forte
potrebbe causare una frana, Mr. Jones

Se mai dovesse succedermi qualcosa
c’è qualcosa che vorrei far vedere a voi tutti
è solo la fotografia di qualcuno che conoscevo

Ha mai visto mia moglie, Mr. Jones?
Sa cosa vuol dire all’esterno?
Non parli troppo forte
potrebbe causare una frana, Mr. Jones”.

(Traduzione a cura di Arturo Bandini e Maurizio Goldoni)

—————————————————-

Bee Gees, New York mining disaster 1941 – 2:09
(Barry Gibb, Robin Gibb)
Album: Bee Gees 1st (1967)
Singolo: New York mining disaster 1941 (1967)

Brano inserito nella rassegna A year in the life. Le canzoni dedicate agli anni della nostra storia di InfinitiTesti.

Brano inserito nella rassegna I luoghi del cuore di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Bee Gees.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Nonostante i precisi riferimenti del titolo, non c’è nulla di vero in questa canzone. A New York, nel 1941, non ci fu alcuna tragedia mineraria. L’unico incidente del genere fu in Pennsylvania, in un luogo chiamato McIntire, ma non è a questo che si ispirano i Bee Gees per scrivere il brano. All’alba del 1967 i fratelli Gibbs si trovavano negli studi della Polydor, studi molto poco illuminati e anche vagamente sinistri, così ripensarono a una tragedia veramente accaduta pochi mesi prima in Galles, nel villaggio minerario di Aberfan, il 21 ottobre 1966, dov’erano morte 144 persone, di cui 116 bambini. Un accumulo di materiale proveniente da una vicina miniera di carbone era crollato distruggendo venti case e una fattoria, prima di abbattersi sulla scuola elementare del paese.
I Bee Gees immaginarono un uomo intrappolato in una miniera, che tendeva le orecchie per capire se qualcuno stava ancora scavando o se tutti erano tornati a casa pensando non ci fosse più nulla da fare, guardava la fotografia di sua moglie e chiedeva a un immaginario Mr. Jones là fuori se per caso l’avesse vista.
Musicalmente ispirata ai Beatles, fu il primo grande successo dei Bee Gees, a cui i Barclay James Harvest si sarebbero ispirati per scrivere The Great 1974 Mining Disaster“.

(Massimo Cotto, We will rock you: Segreti e bugie – 709 canzoni come non le avete mai sentite, Bur 24/7)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-