—————————————————-

“I’m standing in the backyard
listening to the party inside
tonight I’m drinkin’
in the forgiveness this life provides
the scars we carry remain
but the pain slips away it seems
oh, won’t you baby be in my book of dreams

I’m watchin’ you through the window
with your girlfriends from back home
you’re showin’ off your dress
there’s laughter and a toast
from your daddy to the prettiest bride he’s ever seen
oh, won’t you baby be in my book of dreams

In the darkness my fingers slip across your skin
I feel your sweet reply
the room fades away and suddenly I’m way up high
just holdin’ you to me
as through the window the moonlight streams
oh, won’t you baby be in my book of dreams

Now the ritual begins
‘neath the wedding garland we meet as strangers
the dance floor is alive with beauty
mystery and danger
we dance out ‘neath the stars’ ancient light
into the darkening trees
oh, won’t you baby be in my book of dreams”.

—————————————————-


Traduzione.

“Sto in piedi nel cortile
e ascolto la festa che c’è dentro (casa)
stanotte berrò nel perdono
che questa vita provvede
le cicatrici che portiamo rimangono
ma le pene scivolano via, almeno sembra
oh, piccola, non vuoi essere nel mio libro dei sogni?

Ti sto guardando attraverso la finestra
con le tue amiche da dietro la casa
stai mostrando il tuo vestito
ci sono risa e un brindisi da parte del tuo papà
alla sposa più carina che abbia mai visto
oh, piccola, non vuoi essere nel mio libro dei sogni?

Nell’oscurità le mie dita
scivolano vicino alla tua pelle
io sento la tua dolce risposta
la stanza si dissolve
e improvvisamente mi ritrovo in alto
mentre ti stringo a me
come la luce della luna irrompe dalla finestra
oh, piccola, non vuoi essere nel mio libro dei sogni

Ora il rituale comincia
vicino alle ghirlande del matrimonio
ci incontriamo come stranieri
la pista da ballo è viva di bellezza
mistero e pericolo
noi balliamo fuori, sotto l’antica luce delle stelle
attraverso l’oscurità degli alberi
oh, piccola, non vuoi essere nel mio libro dei sogni”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Bruce Springsteen, Book of dreams – 4:25
(Bruce Springsteen)
Album: Lucky Town (1992)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bruce Springsteen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Riferimenti.

Pochi come Springsteen sanno descrivere la storia di una vita in poche, semplici frasi. Quasi nessuno come lui è in grado di scolpire nella mente sentimenti, speranze e turbamenti che un matrimonio può portare in una famiglia. Book of dreams ci ricorda atmosfere già sentite in masterpieces come Wreck on the highway di The River o la malinconica My hometown di Born in the Usa. Ma qui non siamo di fronte a tragedie personali come un incidente stradale, o drammi collettivi come una crisi economica. In Book of dreams abbiamo quanto di più naturale ci si possa aspettare da una vita normale di una coppia normale: innamorarsi, sposarsi e formare una famiglia.

La speranza pervade tutto il testo della canzone: lo sposo che, preso dalla propria naturale inquietitudine, guarda da fuori dalla finestra la sua sposina, mentre parla con le amiche e mostra loro il suo bel vestito da cerimonia. Il padre della sposa che, commosso, le dice che non ha mai visto una sposa più bella in tutta la sua vita. I brindisi, le risa, la felicità. Springsteen canta i diritti fondamentali che dovrebbero essere riconosciuti ad ogni essere umano almeno una volta nella vita: innamorarsi della persona giusta, essere amato e pianificare con lei/lui il resto della sua esistenza.

Non è certo un inno conservatore, né si può pensare che Bruce si sia imborghesito solo perché canta gli ideali della famiglia tradizionale. In realtà non si può essere più progressisti se a quei principi si guarda in termini di diritto e non di obbligo. I conservatori impongono i propri valori agli altri – in tutti i modi e le forme -; i progressisti combattono perché tutti possano scegliere i valori da seguire. Ed in Lucky Town il trittico dei brani più lenti segue proprio questo percorso di liberazione: If I should fall behind, My beautiful reward e, appunto, Book of dreams sembrano tre capitoli di vita comune scritti nella stessa sera.

E dopo la festa con parenti e amici, arriva la notte da condividere con la passione e l’oscurità. E’ una notte molto diversa da quelle insonni di Cautious man o di Wreck on the highway: quella luce della luna che irrompe dalla finestra non porta paure né angosce, è capace di portare i due amanti in alto mentre si abbracciano e la stanza si dissolve attorno a loro. Balleranno insieme, per tutta la vita, sotto la luce antica delle stelle, e scriveranno la speranza di eterno amore nel loro libro dei sogni.

(Ernesto Di Nisio, Bruce Springsteen – Un commento su Book of Dreams, 27/03/2011)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-