—————————————————-

“I hear the drums echoing tonight
but she hears only whispers
of some quiet conversation
she’s coming in 12:30 flight
the moonlit wings reflect the stars
that guide me towards salvation
I stopped an old man along the way
hoping to find some long
forgotten words or ancient melodies
he turned to me as if to say
– Hurry boy, it’s waiting there for you –

It’s gonna take a lot
to drag me away from you
there’s nothing that a hundred men
or more could ever do
I bless the rains down in Africa
gonna take some time
to do the things we never had

The wild dogs cry out in the night
as they grow restless
longing for some solitary company
I know that I must do what’s right
sure as Kilimanjaro rises
like Olympus above the Serengeti
I seek to cure what’s deep inside
frightened of this thing that I’ve become

It’s gonna take a lot
to drag me away from you
there’s nothing that a hundred men
or more could ever do
I bless the rains down in Africa
gonna take some time
to do the things we never had

Hurry boy, she’s waiting there for you



It’s gonna take a lot
to drag me away from you
there’s nothing that a hundred men
or more could ever do
I bless the rains down in Africa
I bless the rains down in Africa
I bless the rains down in Africa
I bless the rains down in Africa
I bless the rains down in Africa
gonna take some time
to do the things we never had”.

—————————————————-

Traduzione.

“Stasera io sento l’eco dei tamburi
lei sente solo bisbigli di quiete conversazioni
arriva col volo delle 12:30
le ali del chiaro di luna riflettono le stelle
che mi guidano verso la salvezza
ho fermato un vecchio signore lungo la strada
speravo di trovare parole perse o antiche melodie
lui si é voltato verso di me come a dire
– Muoviti ragazzo, ti aspettano laggiù –

Ce ne vorrà per trascinarmi via da te
neanche con cento o più uomini si potrà mai fare
benedico le piogge laggiù in Africa
ci sarà un po’ di tempo
per ciò che non abbiamo mai potuto fare

Cani selvatici ululano nella notte
sempre più impazienti
cercano un gruppo solitario
so che devo fare la cosa giusta
quanto è vero che il Kilimanjaro si eleva
come l’Olimpo sopra il Serengeti
cerco di guarire nel profondo
impaurito da cosa sono diventato

Ce ne vorrà per trascinarmi via da te
neanche con cento o più uomini si potrà mai fare
benedico le piogge laggiù in Africa
ci sarà un po’ di tempo
per ciò che non abbiamo mai potuto fare

Muoviti ragazzo
lei ti sta aspettando laggiù

Ce ne vorrà per trascinarmi via da te
neanche con cento o più uomini
si potrà mai fare
benedico le piogge laggiù in Africa
benedico le piogge laggiù in Africa
benedico le piogge laggiù in Africa
benedico le piogge laggiù in Africa
benedico le piogge laggiù in Africa
ci sarà un po’ di tempo
per ciò che non abbiamo mai potuto fare”.

(Traduzione a cura di Marie Jolie)

—————————————————-

Toto, Africa – 4:32
(David Paich, Jeff Porcaro) – Voce: David Paich & Bobby Kimball
Album: Toto IV (1982)
Singolo: “Africa / Good for You” (1982, The Americas)
Singolo: “Africa / We Made It” (1982, international)
Singolo: “Africa / Can You Hear What I’m Saying?” (1990)

Brano inserito nella rassegna I luoghi del cuore di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Toto.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Africa è un singolo del 1982 del gruppo rock Toto, estratto dall’album Toto IV. La canzone è stata scritta dal tastierista della band, David Paich, che canta le due strofe della canzone, e dal batterista Jeff Porcaro. Bobby Kimball canta il ritornello. Il singolo ha raggiunto la testa della classifica Billboard Hot 100 nel febbraio 1983. Il ritornello della canzone è una metafora che vuole rappresentare l’amore dell’autore per la sua donna. Successivamente venne ripubblicato come B-side del singolo Georgy Porgy/Africa.
Il videoclip di Africa, girato da Steve Barron, vede David Paich come protagonista assoluto. Paich si trova in una biblioteca insieme a una ragazza. Mentre cerca dei libri da leggere ne scova uno dal titolo Africa. Nelle scene successive del video appare la band, che suona sopra il libro già citato prima, mostrato in dimensioni mastodontiche. L’immaginazione del regista lo porta a far apparire nel video anche un uomo africano, che scaglia una lancia. Questa, colpendo una pila di libri, li fa cadere sopra una candela, che a sua volta cade a terra, bruciando un disegno di un uomo africano, lo stesso disegno che Paich aveva trovato nel libro”.

(Wikipedia, voce Africa (Toto))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-