“When I was young
it seemed that life was so wonderful
a miracle, oh it was beautiful, magical
and all the birds in the trees
well they’d be singing so happily
joyfully, playfully watching me

But then they send me away
to teach me how to be sensible
logical, responsible, practical
and then they showed me a world
where I could be so dependable
clinical, intellectual, cynical

There are times when all the world’s asleep
the questions run too deep for such a simple man
won’t you please, please tell me what we’ve learned?
I know it sounds absurd but please tell me who I am

I say, – Now what would you say
for they calling you a radical
liberal, fanatical, criminal? –
Won’t you sign up your name?
We’d like to feel you’re acceptable
respectable, presentable, a vegetable
oh, check it out yeah

At night when all the world’s asleep
the questions run so deep for such a simple man
won’t you please, please tell me what we’ve learned?
I know it sounds absurd but please tell me who I am
who I am, who I am, who I am”.

—————————————————-

Traduzione.

“Quando ero giovane
la vita mi sembrava così meravigliosa
un miracolo, era così bella, magica
e tutti gli uccelli sugli alberi
cantavano così felicemente
gioiosamente, scherzosamente mi guardavano

Poi loro mi mandarono via
per insegnarmi come essere sensato
logico, responsabile, pratico
e mi mostrarono un mondo
in cui potevo essere così affidabile
obiettivo, intellettuale, cinico

Ci sono volte in cui
tutto il mondo è addormentato
le domande vanno troppo profonde
per un uomo così semplice
vi dispiacerebbe, per favore
dirmi cosa abbiamo imparato?
So che può suonare assurdo
ma per favore ditemi chi sono

E dico: – Ora stai attento a quello che dici
o ti chiameranno estremista
liberale, fanatico, criminale
potresti scrivere il tuo nome?
Ci piacerebbe sapere se sei accettabile
rispettabile, presentabile, un vegetale

Di notte, quando
tutto il mondo è addormentato
le domande vanno troppo profonde
per un uomo così semplice
vi dispiacerebbe, per favore
dirmi cosa abbiamo imparato?
So che può suonare assurdo
ma per favore ditemi chi sono”.

—————————————————-

Supertramp, The logical song – 4:10
(Rick Davies, Roger Hodgson) – Voce principale: Roger Hodgson
Album: Breakfast in America (1979)

Brano inserito nella colonna sonora del film Magnolia (1999) di Paul Thomas Anderson, con Tom Cruise e Julianne Moore.

Brano inserito nella rassegna Colonne Sonore di InfinitiTesti

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Supertramp.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Marie Jolie (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

—————————————————-