—————————————————-

“Il paese era molto giovane
i soldati a cavallo erano la sua difesa
il verde brillante della prateria
dimostrava in maniera lampante l’esistenza di Dio
del Dio che progetta la frontiera
e costruisce la ferrovia.

A quel tempo io ero un ragazzo
che giocava a ramino, fischiava alle donne
credulone e romantico, con due baffi da uomo
se avessi potuto scegliere fra la vita e la morte
fra la vita e la morte, avrei scelto l’America.

Tra bufalo e locomotiva
la differenza salta agli occhi
la locomotiva ha la strada segnata
il bufalo può scartare di lato e cadere
questo decise la sorte del bufalo
l’avvenire dei miei baffi e il mio mestiere.

Ora ti voglio dire
c’è chi uccide per rubare
e c’è chi uccide per amore
il cacciatore uccide sempre per giocare
io uccidevo per essere il migliore
mio padre guardiano di mucche
mia madre una contadina
io, unico figlio biondo quasi come Gesù
avevo pochi anni e vent’anni sembran pochi
poi ti volti a guardarli e non li trovi più.

E mi ricordo infatti di un pomeriggio triste
io, col mio amico ‘Culo di gomma’, famoso meccanico
sul ciglio di una strada a contemplare l’America
diminuzione dei cavalli, aumento dell’ottimismo
mi presentarono i miei cinquant’anni
e un contratto col circo ‘Pace e Bene’ a girare l’Europa
e firmai, col mio nome e firmai
e il mio nome era Bufalo Bill”.


—————————————————-

Francesco De Gregori, Bufalo Bill – 4:39
(Francesco De Gregori)
Album: Bufalo Bill (1976)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate a personaggi storici (o solo famosi) di InfinitiTesti.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Francesco De Gregori.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Bufalo Bill/Atlantide è un singolo del cantautore italiano Francesco De Gregori, pubblicato nel 1976. Le due canzoni sono estratte dall’album Bufalo Bill. La copertina del 45 giri ripropone il medesimo tema dell’album dal quale è estratto, un ritratto di Gil Elvgren dal titolo Aiming to Please, preso da una rivista statunitense del 1948. Come ha raccontato De Gregori, l’idea per la canzone gli venne vedendo un disegno di Otto Dix, Buffalo Bill al circo; De Gregori ha citato anche come ispirazione il film La ballata di Cable Hogue di Sam Peckinpah, dal quale ha tratto la figura del «personaggio del West al tramonto che viene schiacciato dalla prima automobile», quest’ultima simboleggiata nel brano dal personaggio di «Culo di Gomma famoso meccanico». In quanto alla scelta di questo nome, così lo ha spiegato il cantautore: «Mi sono messo un po’ nel linguaggio di questi americani che vedevano il mondo probabilmente diviso tra quelli che andavano a cavallo e quelli che non ci andavano, e chi non ci andava probabilmente aveva il culo più molle, e il meccanico che si intende di pistoni e cilindri perciò viene definito culo di gomma, quindi una specie di sottoprodotto umano agli occhi di Bufalo Bill»”.

(Wikipedia, voce Bufalo Bill/Atlantide)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-