—————————————————-

“If I were a swan, I’d be gone
if I were a train, I’d be late
and if I were a good man
I’d talk with you
more often than I do.

If I were to sleep, I could dream
if I were afraid, I could hide
if I go insane, please don’t put
your wires in my brain.

If I were the moon, I’d be cool
if I were a rule, I would bend
if I were a good man, I’d understand
the spaces between friends.

If I were alone, I would cry
and if I were with you
I’d be home and dry
and if I go insane
will you still let me
join in with the game?

If I were a swan, I’d be gone
if I were a train, I’d be late again
if I were a good man
I’d talk with you
more often than I do”.


—————————————————-

Traduzione.

“Se fossi un cigno, andrei via
se fossi un treno, sarei in ritardo
e se fossi un brav’uomo
parlerei con te più spesso
di quanto non faccia ora

Se dormissi, potrei sognare
se avessi paura, mi potrei nascondere
se diventassi pazzo, per favore
non collegarti al mio cervello

Se fossi la luna, sarei impassibile
se fossi una regola, mi piegherei
se fossi un brav’uomo
capirei gli spazi tra gli amici

Se fossi da solo, piangerei
e se fossi con te, sarei a casa e sobrio
e se diventassi pazzo
mi faresti lo stesso partecipare al gioco?

Se fossi un cigno, andrei via
se fossi un treno, sarei in ritardo, di nuovo
e se fossi un brav’uomo
parlerei con te più spesso
di quanto non faccia ora”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Pink Floyd, If – 4:28
(Roger Waters)
Album: Atom Heart Mother (1970)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Pink Floyd.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

If è il pezzo d’apertura del secondo lato di Atom Heart Mother, scritto e interpretato da Roger Waters. Un semplice arpeggio di chitarra introduce la voce di Roger Waters. È una delle canzoni più intime scritte dal bassista e si riferisce agli aspetti più difficili del suo carattere. Qualche critico ha affermato che il brano rappresenta il primo tentativo di esprimere i sensi di colpa provati da Waters per il modo in cui lui si era comportato con Syd Barrett, estromettendolo di fatto dalla band (era stato proprio lui a comunicare all’amico che il suo contributo nel gruppo non era più gradito). Il testo del brano è impostato come l’omonima poesia di Rudyard Kipling, con la differenza che il grande poeta si rivolge al figlio mentre l’autore del brano a se stesso”.

(Wikipedia, voce If (Pink Floyd))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-