The Cranberries – Zombie (testo e traduzione)

————————————————

“Another head hangs lowly
child is slowly taken
and the violence caused such silence
who are we mistaken?

But you see, it’s not me, it’s not my family
in your head, in your head they are fighting
with their tanks and their bombs
and their bombs and their guns
in your head, in your head, they are crying…

In your head, in your head
zombie, zombie, zombie
hey, hey, hey, what’s in your head
in your head
zombie, zombie, zombie?

Another mother’s breakin’
heart is taking over
when the vi’lence causes silence
we must be mistaken.

It’s the same old theme since nineteen-sixteen
in your head, in your head they’re still fighting
with their tanks and their bombs
and their bombs and their guns
in your head, in your head, they are dying…


In your head, in your head
zombie, zombie, zombie
hey, hey, hey, what’s in your head
in your head
zombie, zombie, zombie?”.

————————————————

Traduzione.

“Un’altra testa si reclina
un bimbo muore lentamente
e la violenza causa un tale silenzio!
Chi è stato, siamo noi che abbiamo sbagliato?

Guarda, non sono io, non è la mia famiglia
è nella tua testa che combattono
con i loro carri armati e le loro bombe
e le loro bombe e i loro fucili
è nella tua testa che stanno piangendo

Nella tua testa, nella tua testa
zombie, zombie, zombie
ma cosa c’è nella tua testa, nella tua testa?
zombie, zombie, zombie

Ad un’altra madre è stato strappato
un cuore spezzato
quando la violenza causa silenzio
dobbiamo esserci per forza sbagliati

È la stessa vecchia storia dal 1916
è nella tua testa che combattono
con i loro carri armati e le loro bombe
e le loro bombe e i loro fucili
è nella tua testa che stanno piangendo

Nella tua testa, nella tua testa
zombie, zombie, zombie
ma cosa c’è nella tua testa, nella tua testa?
zombie, zombie, zombie”.

(Traduzione a cura di Arturo Bandini e Cattia Salto)

————————————————

The Cranberries, Zombie – 4:32
(Dolores O’Riordan)
Album: No Need to Argue (1994)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Cranberries.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

Significato e citazioni.

“Zombie è un singolo del gruppo musicale irlandese The Cranberries, pubblicato il 12 settembre 1994 come primo estratto dal secondo album in studio No Need to Argue. Considerato il maggior successo del gruppo irlandese, ha raggiunto la top 10 in 25 paesi e ha vinto un MTV Europe Music Awards nel 1995 nella categoria Canzone dell’anno.
Zombie fu pubblicata come primo singolo tratto dal secondo album de The Cranberries. Fu composta da Dolores O’Riordan nel 1993 durante il tour inglese della band irlandese in memoria di due ragazzi, Jonathan Ball e Tim Parry, rimasti uccisi in un attentato dell’IRA a Warrington in Inghilterra il 20 marzo 1993. Si tratta di una chiara denuncia della situazione di violenza in cui ancora versava l’Irlanda del Nord nel 1993. Nel testo richiama le vicende della rivolta di Pasqua del 1916. In realtà, come affermò la stessa Dolores O’Riordan: «Zombie fu scritta nello stesso periodo della bomba di Warrington nel Regno Unito. Non riguarda veramente l’Irlanda del Nord. Riguarda un bambino che è morto per colpa della situazione dell’Irlanda del Nord».
Nel testo è stato visto un riferimento alla canzone The Town I Loved So Well scritta nel 1973 dal musicista irlandese Phil Coulter e dedicata alla sua città, Derry, nell’Ulster, uno dei luoghi cardine del conflitto nordirlandese e sede della famigerata Bloody Sunday durante la quale 14 persone furono uccise dall’esercito britannico. Nel testo è presente un verso che cita tanks e guns, carri armati e pistole, come nella canzone dei Cranberries. «With their tanks and their guns, oh my God, what have they done / to the town I loved so well» (trad. «Con i loro carri armati e i loro fucili, oh mio Dio, cosa hanno fatto / alla città che amavo così tanto») (Phil Coulter, The Town I Loved So Well). «In your head they’re still fightin’ / With their tanks, and their bombs / And their bombs, and their guns / In your head / In your head they are dying» (trad. «Nella tua testa stanno ancora combattendo / Con i loro carri armati e le loro bombe / E le loro bombe e i loro fucili / Nella tua testa / Nella tua testa stanno morendo» (Dolores O’Riordan, Zombie).
La canzone di Coulter esprimerebbe sentimenti repubblicani, mentre Zombie esprimerebbe sentimenti contrari. In realtà Dolores O’Riordan, interpellata su quale valenza politica avrebbe la sua canzone in relazione al conflitto nordirlandese, ha detto di non aver mai pensato a questo, ma di aver scritto la canzone solo come reazione alla morte di un bambino in Inghilterra (a causa dell’attentato di Warrington) e di averla scritta di getto, in meno di 20 minuti. La canzone è dedicata principalmente alla disumanità della violenza e di come la violenza sia ormai parte integrante della realtà irlandese. Gli zombi sarebbero coloro che non vedono, ormai assuefatti come dei morti viventi, l’insensatezza della violenza senza fine capace di «spezzare il cuore di un’altra madre».
Divenuta il più importante successo dei Cranberries, Zombie è stata accostata spesso ad altre celebri canzoni contro la guerra e in particolare a quelle dedicate ai Troubles, come Sunday Bloody Sunday di John Lennon e Sunday Bloody Sunday degli irlandesi U2. Zombie è la prima canzone dal contenuto politico scritta da Dolores O’Riordan e anche musicalmente si discosta dalla precedente produzione del gruppo. La canzone è un aggressivo e arrabbiato pezzo grunge in cui la voce, solitamente dolce e solare della cantante, appare insolitamente dura, in linea con la crudezza del testo.
Il videoclip è stato diretto da Samuel Bayer e prodotto da Doug Friedman e dalla H.S.I. Productions. Nel video, Dolores O’Riordan è completamente dipinta di una tinta dorata, circondata da bambini in una reminiscenza dell’immagine classica di San Sebastiano. Del video furono distribuite due versioni. Nell’originale le scene in cui compare Dolores O’Riordan travestita e interamente ricoperta d’oro e in cui la band suona, sono alternate a scene di vita quotidiana che richiamano l’occupazione militare britannica in un tipico quartiere dell’Ulster durante la crisi nordirlandese. In queste scene compaiono soldati britannici armati che pattugliano le strade in tenuta da guerra. Una versione meno esplicita, senza le immagini dei militari, fu distribuita per i circuiti televisivi britannici. La versione originale, con le scene dei soldati britannici, è presente in alcune versioni del DVD Stars – The Best of 1992 – 2002 del 2002, ma non nella versione per il mercato britannico dove è stata inserita la versione censurata, così come nella raccolta Gold – The Videos del 2008″.

(Wikipedia, voce Zombie (The Cranberries))

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Elisa
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Arturo Bandini (ad interim) (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Unisciti alla discussione

1 commento

  1. finalmente l’avete messa, un sito di traduzioni senza Zombie dei Cranberries è come un rosario senza l’Ave Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *