—————————————————-

“Would you like to say
something before you leave
perhaps you’d care
to state exactly how you feel
we said good-bye
before we said hello
I hardly even like you
I shouldn’t care at all

We met just six hours ago
the music was too loud
from your bed I gained a day
and lost a bloody year
and I would like to know
how do you feel, how do you feel
how do you feel?

Not a single word was said
delights still without fears
occasionally you showed a smile
but what was the need
I felt the cold far too soon
the wind of ‘95
my friends are lying in the sun
I wish that I was there
tomorrow brings another town
and another girl like you
have you time before you leave
to greet another man
just you let me know
how do you feel, how do you feel
how do you feel?

Good-bye to you
Charlotte Kringles too
I’ve had enough for one day”.

—————————————————-



Traduzione.

“Vorresti dire qualcosa prima di andartene?
Forse dovresti dirmi
esattamente come ti senti
ci siamo detti arrivederci
prima di dirci ciao
ti apprezzo persino a fatica
non dovrei interessarmi a tutto

Ci siamo incontrati solo sei ore fa
la musica era troppo forte
dal tuo letto ho guadagnato un giorno
e perso un anno sanguinoso
e vorrei sapere come ti senti?
Come ti senti? Come ti senti?

Non ci siamo detti una singola parola
gioie ancora prive di paure
ogni tanto hai mostrato un sorriso
ma che bisogno c’era
ho sentito la fredda lontananza troppo presto
il vento del ’95
i miei amici sono stesi al sole
avrei voluto essere lì
domani saremo in un’altra città
un’altra ragazza come te
prima di andartene avrai tempo
di salutare un altro uomo?
Fammi solo sapere Come ti senti?
Come ti senti? Come ti senti?

Arrivederci anche a te, Charlotte Kringles
ne ho avuto abbastanza per un giorno”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Pink Floyd, Summer ’68 – 5:38
(Richard Wright)
Album: Atom Heart Mother (1970)

Brano inserito nella rassegna A year in the life. Le canzoni dedicate agli anni della nostra storia di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Pink Floyd.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Summer ’68 è il secondo brano del lato B di Atom Heart Mother dei Pink Floyd, scritto e interpretato da Richard Wright. Il brano, ispirato musicalmente da Béla Bartók, era particolarmente caro al tastierista Rick Wright. Tema della canzone, già presente in Paint Box e ripreso anche in successive composizioni (Stay in Obscured by Clouds), è la disillusione del musicista alle prese con gli aspetti peggiori della vita on the road. Lo spunto è l’ennesimo flirt con una groupie finito male: il brano è una sofferta rivelazione delle proprie avventure alla moglie (Wright si è sposato con Juliette Gale nel 1965)”.

(Wikipedia, voce Summer ’68)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-