—————————————————-

“The birds they sang
at the break of day
start again
I heard them say
don’t dwell on what
has passed away
or what is yet to be.

Ah the wars they will
be fought again
the holy dove
she will be caught again
bought and sold
and bought again
the dove is never free.

Ring the bells that still can ring
forget your perfect offering
there is a crack in everything
that’s how the light gets in.

We asked for signs
the signs were sent
the birth betrayed
the marriage spent
yeah the widowhood
of every government
signs for all to see.

I can’t run no more
with that lawless crowd
while the killers in high places
say their prayers out loud.
but they’ve summoned, they’ve summoned up
a thundercloud
and they’re going to hear from me.


Ring the bells that still can ring

You can add up the parts
but you won’t have the sum
you can strike up the march
there is no drum
every heart, every heart
to love will come
but like a refugee.

Ring the bells that still can ring
forget your perfect offering
there is a crack, a crack in everything
that’s how the light gets in.

Ring the bells that still can ring
forget your perfect offering
there is a crack, a crack in everything
that’s how the light gets in.
that’s how the light gets in.
that’s how the light gets in”.

—————————————————-

Traduzione.

“Gli uccelli cantarono
di primo mattino
ricomincia, li sentii dire
non soffermarti
su quello che è passato
o su quello che ancora non è

Nuove guerre
saranno combattute
la sacra colomba
sarà di nuovo vinta
comprata e venduta
e ricomprata
mai libera.

Suona le campane
che ancora possono suonare
scordati
la tua offerta impeccabile
c’è una crepa
una crepa in ogni cosa
di lì entra la luce.

Chiedemmo dei segni
ci furono inviati
la nascita tradita
il matrimonio esausto
la vedovanza
d’ogni governo
segni visibili.

Non posso correre più
con la folla sregolata
mentre gli assassini
ai piani alti
urlano le loro preghiere
hanno evocato
nubi di tempesta
mi sentiranno, eccome

Puoi sommare le parti
non avrai il totale
puoi iniziare a marciare
non c’è il tamburo
ogni animo
ogni animo
arriverà all’amore
ma soltanto
come un profugo.

Suona le campane
che ancora possono suonare
scordati
la tua offerta impeccabile
c’è una crepa
una crepa in ogni cosa
di lì entra la luce”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Leonard Cohen, Anthem – 6:09
Album: The Future (1992)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Leonard Cohen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-