—————————————————-

“Le scarpe da tennis bianche e blu
seni pesanti e labbra rosse
e la giacca a vento
Oh! Marta io ti ricordo così
il tuo sorriso e i tuoi capelli
fermi come il lago

“Lugano addio” cantavi
mentre la mano mi tenevi
– Canta con me – tu mi dicevi ed io cantavo
di un posto che non avevo visto mai

Tu, tu mi parlavi di frontiere
di finanzieri e contrabbando
mi scaldavo ai tuoi racconti
– E mio padre sì – tu mi dicevi
– quassù in montagna ha combattuto –
poi del mio mi domandavi

Ed io pensavo a casa
mio padre fermo sulla spiaggia
le reti al sole i pescherecci in alto mare
conchiglie e stelle
le bestemmie e il suo dolore

Oh, Marta io ti ricordo così
il tuo sorriso e tuoi capelli
fermi come il lago


“Lugano addio cantavi”
mentre la mano mi tenevi
– addio – cantavi e non per falsa ingenuità
tu ci credevi
e adesso anch’io che sono qua

Oh, Marta mia, addio
ti ricordo così
il tuo sorriso e tuoi capelli
fermi come il lago”.

—————————————————-

Ivan Graziani, Lugano addio – 4:38
Album: I lupi (1977)
Singolo: “I lupi / Lugano addio” (1977, Numero Uno, ZBN 7001)
Album: Parla tu (1982, raccolta)
Album: Segni d’amore (1989, raccolta)
Album: Personale di Ivan Graziani (1990, raccolta)
Album: All the best (1994, raccolta)
Album: Fragili fiori … livan (1995, raccolta)
Album: Antologia (1997, raccolta)
Album: Firenze-Lugano no stop (2007, raccolta)
Album: Le più belle di… Ivan Graziani (2007, raccolta)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate alle donne di InfinitiTesti

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Ivan Graziani.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Pur essendo (Ivan Graziani n.d.r.) stato rocker tra i più validi della scena indigena, il suo ricordo è legato principalmente a delle ballate, piccoli capi d’opera di romanticismo, leggerezza e ironia. Lugano addio, contenuta nell’album “I lupi“, apre la serie e resta fra le più memorabili. Interamente giocata sul filo della nostalgia, per una figura di donna e per una vicenda sentimentale conclusa, la canzone cita nel titolo la celebre “Addio a Lugano” degli anarchici, con un pudico riferimento ai genitori dei due protagonisti del pezzo. Grazie pure alla preziosa collaborazione di Antonello Venditti, Lugano addio entra nelle classifiche di vendite e procura al nostro quel successo che da gran tempo inseguiva senza fortuna”.

(Italica, La canzone d’autore italiana)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-