—————————————————-

“Been up all night staring at you
wondering what’s on your mind
I’ve been this way
with so many before
but this feels like the first time
you want the sunrise to go back to bed
I want to make you laugh

Mess up my bed with me
kick off the covers, I’m waiting
every word you say I think
I should write down
I don’t want to forget
come daylight

Happy to lay here
just happy to be here
I’m happy to know you
play me a song your newest one
please leave your taste on my tongue
paperweight on my back
cover me like a blanket

Mess up my bed with me
kick off the covers, I’m waiting
every word you say I think
I should write down
I don’t want to forget
come daylight

And no need to worry
that’s wastin’ time
and no need to wonder
what’s been on my mind
it’s you, it’s you


Every word you say I think
I should write down
I don’t want to forget
come daylight

And I give up
I let you win
you win ‘cause I’m not counting

You made it back to sleep again
wonder what you’re dreamin’…”.

—————————————————-

Traduzione.

“Sono stato sveglio tutta la notte a guardarti
chiedendomi cosa c’è nella tua testa
mi sono sentito in questo modo
con così tante finora
ma questa volta mi sento
come se fosse la prima volta
vorresti che l’alba se ne tornasse a letto
voglio farti ridere

Scompiglia il letto assieme a me
esci da sotto le coperte, sto aspettando
penso che dovrei appuntarmi
ogni parola che dici
non me le voglio dimenticare
è quasi l’alba

Sono felice di essere sdraiato qui
semplicemente felice di essere qui
sono felice di averti conosciuto
cantami una canzone, la tua nuova canzone
per favore lascia il tuo sapore sulla mia lingua
un fermacarte sulla mia schiena
coprimi come se tu fossi una coperta

Scompiglia il letto assieme a me
esci da sotto le coperte, sto aspettando
penso che dovrei appuntarmi
ogni parola che dici
non voglio dimenticarla
è quasi l’alba

E non ho bisogno di preoccuparmi
sarebbe una perdita di tempo
e non ho bisogno di chiedermi
cosa c’è nella tua testa
sei tu, sei tu

Penso che dovrei appuntarmi
ogni parola che dici
non voglio dimenticarla
è quasi l’alba

Ed io mi arrendo
ti lascio vincere
vinci perché non stavo contando
l’hai fatto tornare a dormire
chiedendomi che cosa stai sognando”.

(Traduzione a cura di Sara Lebowsky)

—————————————————-

Joshua Radin e Schuyler Fisk, Paperweight – 3:22
Album: Dear John: Original Motion Picture Soundtrack (2010)

Brano inserito nella colonna sonora del film Dear John (2010) diretto da Lasse Hallström, con Channing Tatum e Amanda Seyfried.

Brano inserito nella rassegna Colonne Sonore di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Joshua Radin.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Elisa
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-