—————————————————-

“Please remember me, happily
by the rosebush laughing
with bruises on my chin, the time when
we counted every black car passing

Your house beneath the hill and up until
someone caught us in the kitchen
with maps, a mountain range, a piggy bank
a vision too removed to mention

But please remember me, fondly
I heard from someone you’re still pretty
and then they went on to say that the Pearly Gates
had some eloquent graffiti

Like ‘We’ll meet again’ and ‘Fuck the man’
and ‘Tell my mother not to worry’
and angels with their great handshakes
aut always done in such a hurry

And please remember me, at Halloween
making fools of all the neighbors
our faces painted white, by midnight
we’d forgotten one another


And when the morning came I was ashamed
only now it seems so silly
that season left the world and then returned
and now you’re lit up by the city

So please remember me, mistakenly
in the window of the tallest tower
call, then pass us by but much too high
to see the empty road at happy hour

Gleam and resonate just like the gates
around the Holy Kingdom
with words like, ‘Lost and found’
and ‘Don’t look down’ and ‘Someone save temptation’

And please remember me as in the dream
we had as rug burned babies
among the fallen trees and fast asleep
beside the lions and the ladies

That called you what you like and even might
give a gift for your behavior
a fleeting chance to see a trapeze
swinger high as any savior

But please remember me, my misery
and how it lost me all I wanted
those dogs that love the rain and chasing trains
the colored birds above their running

In circles round the well and where it spells
on the wall behind St. Peter
so bright on cinder gray in spray paint
‘Who the hell can see forever?’

And please remember me, seldomly
in the car behind the carnival
my hand between your knees, you turn from me
and said the trapeze act was wonderful

But never meant to last, the clowns that passed
saw me just come up with anger
when it filled with circus dogs, the parking lot
had an element of danger

So please remember me, finally
and all my uphill clawing
my dear, but if I make the Pearly Gates
I’ll do my best to make a drawing

Of God and Lucifer, a boy and girl
an angel kissin’ on a sinner
a monkey and a man, a marching band
all around the frightened trapeze swinger”.

—————————————————-

Traduzione.

“Ti prego ricordati di me
felicemente sorridente
vicino al cespuglio di rose
con i lividi sul mento
quella volta che contavamo
ogni macchina nera che passava

La tua casa sotto la collina
e su fino a che qualcuno ci trovava
nella cucina con delle mappe
una catena montuosa
un salvadanaio una visione
troppo recondita per nominarla

Ma ti prego ricordati di me
affettuosamente
mi hanno detto che sei ancora bella
ed hanno continuato dicendo
che le Porte del Paradiso
avevano dei graffiti eloquenti

Come “Ci ritroveremo” e “Fanculo l’uomo”
e “Di’ a mia madre
di non preoccuparsi” e angeli
con le loro grandiose strette di mano
fatte in gran fretta

E ti prego ricordati di me, ad Halloween
che prendevo in giro tutti i vicini
le nostre facce tinte di bianco
per mezzanotte noi ci saremmo scordati
l’uno dell’altro

E quando arrivò la mattina
io mi vergognavo
solo ora sembra così sciocco
che quella stagione
abbia lasciato il mondo
e poi sia ritornata
ed ora tu sei illuminata dalla città

Allora ti prego ricordati di me
per sbaglio alla finestra
della torre più alta a chiamare
poi ci sovrastava ma troppo in alto
per vedere la strada vuota dell’happy hour

Abbagliano e risuonano così
come i cancelli attorno al Regno Benedetto
con parole come “Oggetti smarriti”
e “Non guardare giù”
e “Qualcuno salvi la tentazione”

E ti prego ricordati di me
come nel sogno che abbiamo fatto da bambini
con le sbucciature tra gli alberi abbattuti
e presto addormentati
vicino ai leoni ed alle dame

Che ti chiamavano come volevi
e potevano perfino dare un premio
per il tuo comportamento
un’effimera possibilità di vedere
un trapezista elevato come ogni salvatore

Ma ti prego ricordati di me
della mia miseria e di come mi perse
tutto ciò che volevo
quei cani che amano la pioggia
e rincorrono i treni
gli uccelli colorati sopra le loro corse

In cerchi attorno al pozzo
e dove è scritto sul muro dietro S. Pietro
così luminoso sul grigio
brace in pittura spray
“Chi diavolo può vedere per sempre?”

E ti prego ricordati di me
ogni tanto nella macchina dietro la parata
la mia mano fra le tue ginocchia
tu ti voltasti da me
e dicesti che l’atto del trapezista
era meraviglioso

Ma non destinato a durare
i pagliacci che passarono
mi videro scoppiare di rabbia
quando si riempì con i cani del circo
il parcheggio aveva un elemento di pericolo

Quindi ti prego ricordati di me
infine e di tutte le mie arrampicate
in salita mia cara
ma se io supero le Porte del Paradiso
farò del mio meglio per fare un ritratto

Di Dio e di Lucifero
un ragazzo e una ragazza
un angelo che bacia un peccatore
una scimmia ed un uomo
una banda in marcia
tutto attorno al trapezista spaventato”.

(Traduzione a cura di Graziella)

—————————————————-

Iron & Wine, The trapeze swinger – 9:31
Album: Around the well (2009)

Brano inserito nella colonna sonora del film In good company (2004) diretto da Paul Weitz, con Dennis Quaid, Topher Grace e Scarlett Johansson.

Brano inserito nella rassegna Colonne Sonore di InfinitiTesti.

Brano inserito nella rassegna Relax. Close your eyes and watch the stars in your mind di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Iron & Wine.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-