—————————————————-

—————————————————-

(Brano strumentale)

—————————————————-

Pink Floyd, Main theme – 5:30
(Roger Waters, Richard Wright, David Gilmour, Nick Mason)
Album: Soundtrack from the Film More (1969)

Per altri testi e traduzioni dei brani di quest’album, guarda la pagina Pink Floyd – Soundtrack from the film More.


Brano inserito nella colonna sonora del film More – Di più, ancora di più (1969, tit. orig. More) diretto da Barbet Schroeder, con Klaus Grunberg e Mimsy Farmer.

Brano inserito nella rassegna Colonne Sonore di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Pink Floyd.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Main Theme è l’ipnotica e conturbante Ouverture/chiusura del film, messa però ad aprire solamente la seconda facciata dell’originario LP. Commenta una suggestiva e dardeggiante immagine del sole oscurato da un’eclisse, evidente prova che le concettualità di Waters che porteranno a quella Dark Side Of The Moon di quattro anni dopo hanno radici lontane. E’ resa con un grande sconquasso iniziale e finale di gong, il suono dei quali si placa per far affiorare prima un mormorio d’organo e poi un ritmo ed una melodia sincopati”.

(Pier Paolo Farina, su Storiadellamusica.it, Pink Floyd – Soundtrack from the film More)

—————————————————-

Main Theme è un brano strumentale del gruppo rock inglese Pink Floyd, pubblicata nel 1969 come ottava traccia sul loro terzo album Soundtrack from the Film More, colonna sonora del film More – Di più, ancora di più. Il brano inizia con dei lunghi colpi di gong a cui si aggancia dopo trenta secondi l’organo Farfisa che suona una progressione di accordi modali, che sfumano dopo un minuto circa per lasciare il posto alla sezione ritmica del brano (batteria e basso), simile, anche se qui più lenta, a quella di apertura di Let There Be More Light. Qui l’organo è riprodotto attraverso un pedale wah-wah (1:20) che esegue una progressione di note sullo sfondo del duo tamburo-basso. La pedal steel guitar di Gilmour entra a metà del pezzo.
Il pezzo è stato eseguito più volte dal vivo alla fine degli anni Sessanta e qualche altra volta durante il tour del 1970. Le differenze tra la versione dal vivo e quella in studio stanno innanzitutto nella lunghezza e nella presenza di grida di Roger Waters, di un nuovo giro di accordi e di un assolo di David Gilmour, suonato appena prima di tornare al tema iniziale. Nel film, il brano si sente verso l’inizio, quando Stefan è in attesa che qualcuno venga a prenderlo in una strada di Parigi.
La canzone è stata nuovamente suonata nel 1977 dal gruppo francese Rosebud. È presente sul loro album Discoballs, insieme ad altri pezzi dei Pink Floyd“.

(Wikipedia, voce Main Theme)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-