—————————————————-

“Anna, you come and ask me girl
to set you free, girl
you say he loves you more than me
so I will set you free
go with him (Anna)
go with him (Anna)

Anna, girl, before go now
I want you to know, now
that I still love you so
but if he loves you more
go with him

All of my life
I’ve been searching for a girl
to love me like I love you, oh now
but every girl I ever had
breaks my heart and leaves me sad
what am I, what am I supposed to do

Anna, just one more thing girl
you give back your ring to me
and I will set you free
go with him

All of my life
I’ve been searching for a girl
to love me like I love you
but let me tell you now
but every girl I ever had
breaks my heart and leaves me sad
what am I, what am I supposed to do

Anna, just one more thing girl
you give back your ring to me
and I will set you free
go with him (Anna)
go with him (Anna)
you can go with him girl (Anna)
go with him”.

—————————————————-

Traduzione.

“Anna, sei venuta da me
e mi hai chiesto, piccola
di lasciarti libera, piccola
dici che lui ti ama più di me
e così ti lascerò libera
vai con lui (Anna)
vai con lui (Anna)

Anna, piccola
prima che tu te ne vada, adesso
voglio che tu sappia, adesso
che io ti amo ancora così tanto
ma se lui ti ama di più
vai con lui

Per tutta la vita
ho cercato una ragazza
che mi amasse come io amo te
sì, in questo momento
ma ogni ragazza che io abbia mai avuto
mi ha spezzato il cuore e mi ha abbandonato
cosa dovrei, cosa dovrei fare

Anna, soltanto un’ultima cosa, piccola
restituiscimi il tuo anello
ed io ti lascerò libera
vai con lui

Per tutta la vita
ho cercato una ragazza
che mi amasse come io amo te
sì, in questo momento
ma ogni ragazza che io abbia mai avuto
mi ha spezzato il cuore e mi ha abbandonato
cosa dovrei, cosa dovrei fare

Anna, soltanto un’ultima cosa, piccola
restituiscimi il tuo anello
ed io ti lascerò libera
vai con lui (Anna)
vai con lui (Anna)
puoi andare con lui, piccola (Anna)
vai con lui”.

—————————————————-

Beatles, Anna (Go to him) – 2:57
(Arthur Alexander)
Album: Please please me (1963)

Cover dell’omonimo brano di Arthur Alexander (1962).

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate alle donne di InfinitiTesti

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Beatles.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Era impensabile che a quell’epoca un gruppo musicale riuscisse a riempire un album con materiale interamente prodotto in proprio. Effettivamente i Beatles fecero ricorso a composizioni di altri autori, collaudate nella propria carriera di concerti dal vivo e che per questo essi erano in grado di riprodurre senza problemi. La sicurezza nell’esibizione era richiesta anche dal fatto che al gruppo era stato concesso di occupare gli studi di registrazione di Abbey Road per non più di un giorno, diviso nella seduta antimeridiana e in quella pomeridiana – mentre quella serale fu una concessione non programmata – e così i quattro sostanzialmente fecero ricorso al rodato repertorio che faceva parte delle loro esibizioni live. La prima cover ad apparire sul nuovo LP fu Anna, che era già stata portata al successo dall’affermato cantante statunitense Arthur Alexander, noto agli estimatori inglesi di rhythm and blues. Questo motivo ballabile, in cui John canta la propria arrendevolezza in un contrastato rapporto sentimentale, venne registrata in tre take nella sessione serale”.

(Wikipedia, voce Please Please Me (album))

—————————————————-

“La prima cover dei Beatles in ordine di apparizione discografica è un brano di Arthur Alexander, autore tra l’altro della più famosa A Shot of Rhythm and Blues, interpretata anche dai Rolling Stones. Alexander fu un cantante soul di colore innovativo quanto sfortunato, che dopo una precoce gloria negli anni ’60 uscirà presto dalla scena musicale, ritrovandosi per anni a condurre autobus prima di morire d’infarto poco più che 50enne.
La canzone originale di Alexander si differenzia dall’interpretazione dei Beatles per l’intonazione più bassa di una quarta (La Maggiore anzichè Re Maggiore) e per la presenza degli archi che accompagnano praticamente tutta la durata del brano. Come risultato di questi elementi, la profonda voce di Alexander comunica con efficace intensità la supplica espressa dal testo, mentre gli archi sottolineano il romantico eroismo della rinuncia. Peccato solo che un’eccessiva ripetizione della strofa ottenga l’effetto di annoiare l’ascoltatore, che a questo punto inizia ad averne abbastanza delle lamentele dell’innamorato abbandonato. Sebbene il disco di Alexander non andò oltre il 68esimo posto in classifica, Lennon si era profondamente innamorato della canzone, uscita pochi mesi prima delle registrazioni per Please Please Me. John insistette per inserirla prima nel repertorio live dei Beatles, e poi nel loro album di debutto. Evitando saggiamente un confronto troppo diretto con Alexander, Lennon decise di alzarla di tonalità, cogliendo così il duplice risultato di donare maggiore pathos al middle sixteen e di permettere ad Harrison di riprendere alla chitarra il tema di pianoforte della versione originale, mentre Ringo ricalca fedelmente l’interessante schema di batteria.
La versione dei Beatles è piacevole, ma tutto sommato risulta meno convincente dell’originale, anche se la disinvoltura con cui riescono a rinunciare ad archi e pianoforte rimpiazzandoli con le chitarre e i cori è notevole, così come lo sarà nell’altra cover di un altro difficile brano black, You Really Got A Hold On Me, pubblicato sul successivo With The Beatles“.

(Recensione su Welcome to Pepperland)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-