—————————————————-

“It seems so long ago
Nancy was alone
looking ate the Late Late show
through a semi-precious stone
in the House of Honesty
her father was on trial
in the House of Mystery
there was no one at all
there was no one at all.

It seems so long ago
none of us were strong
Nancy wore green stockings
and she slept with everyone
she never said she’d wait for us
although she was alone
I think she fell in love for us
in nineteen sixty one
in nineteen sixty one.

It seems so long ago
Nancy was alone
a forty five beside her head
an open telephone
we told her she was beautiful
we told her she was free
but none of us would meet her
in the House of Mystery
the House of Mystery.

And now you look around you
see her everywhere
many use her body
many comb her hair
in the hollow of the night
when you are cold and numb
you hear her talking freely then
she’s happy that you’ve come
she’s happy that you’ve come”.

—————————————————-


Traduzione.

“Sembra così tanto tempo fa
Nancy era sola
mangiava guardando lo spettacolo della notte
attraverso una pietra semi preziosa
nella Casa dell’Onestà
suo padre era in prova
nella Casa del Mistero
non c’era nessuno
non c’era nessuno.

Sembra così tanto tempo fa
nessuno di noi era forte
Nancy indossava calze verdi
e dormiva con chiunque
mai disse che ci aspettava
sebbene lei fosse sola
penso che fosse innamorata di noi
nel 1961, nel 1961.

Sembra così tanto tempo fa
Nancy era sola
una 45 accanto alla sua testa
ed un telefono aperto
le dicevamo che era bellissima
le dicevamo che era libera
ma nessuno di noi l’avrebbe incontrata
nella Casa del Mistero
Casa del Mistero.

Ed ora tu guardi intorno a te
vedi lei in ogni luogo
molti usano il suo corpo
molti pettinano i suoi capelli
nel vuoto della notte
quando sei infreddolito ed intirizzito
la senti parlare liberamente
è felice che sei venuto
è felice che sei venuto”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Leonard Cohen, Seems so long ago, Nancy – 3:41
(Leonard Cohen)
Album: Songs from a Room (1969)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate alle donne di InfinitiTesti

Brano inserito nella rassegna Life itself. Canzoni di vita, di morte e di altre sciocchezze di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Leonard Cohen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Cover.

1. Fabrizio De AndréNancy (1975, versione in italiano)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-