—————————————————-

“Soledad sobre ruinas, sangre en el trigo
rojo y amarillo, manantial del veneno
escudo y heridas, cinco siglos igual.

Libertad sin galope, banderas rotas
soberbia y mentiras, medallas de oro y plata
contra esperanza, cinco siglos igual.

En esta parte de la tierra la historia se cayó
como se caen las piedras aun las que tocan el cielo
o están cerca del sol o están cerca del sol.

Desamor desencuentro, perdón y olvido
cuerpo con mineral, pueblos trabajadores
infancias pobres, cinco siglos igual.

Lealtad sobre tumbas, piedra sagrada
Dios no alcanzó a llorar, sueño largo del mal
hijos de nadie, cinco siglos igual.


Muerte contra la vida, gloria de un pueblo
desaparecido es comienzo, es final
leyenda perdida, cinco siglos igual.

En esta parte de la tierra la historia se cayó
como se caen las piedras aun las que tocan el cielo
o están cerca del sol o están cerca del sol.

Es tinieblas con flores, revoluciones
y aunque muchos no estan, nunca nadie pensó
besarte los pies, cinco siglos igual”.

—————————————————-

Traduzione.

“Solitudine sulle rovine, sangue nel grano
rosso e giallo, sorgente del veleno
scudo, ferite, cinque secoli la stessa cosa.

Libertà tenuta a freno, bandiere spezzate
superbia e menzogne, medaglie d’oro e argento
contro la speranza, cinque secoli la stessa cosa.

In questa parte della terra la storia è caduta
come cadono le pietre, siano quelle che toccano il cielo
o quelle intorno al sole o quelle intorno al sole.

Disamore disaccordo, perdono e dimenticanza
corpo di minerale, popoli lavoratori
infanzie povere, cinque secoli la stessa cosa.

Lealtà sulle tombe, pietra sacra
Dio non è riuscito a piangere, lungo sonno del male
figli di nessuno, cinque secoli la stessa cosa.

Morte contro la vita, gloria di un popolo
scomparso è inizio, è fine
leggenda perduta, cinque secoli la stessa cosa.

In questa parte della terra la storia è caduta
…come cadono le pietre, sia quelle che toccano il cielo
o quelle intorno al sole o quelle intorno al sole.

Son tenebre fiorite, rivoluzioni
e anche se molti non ci sono, mai nessuno ha pensato
di baciarti i piedi, cinque secoli la stessa cosa”.

(Traduzione a cura di Riccardo Venturi, pubblicata sul sito Canzoni contro la guerra)

—————————————————-

León Gieco, Cinco siglos igual – 4:17
Album: Mensajes del Alma (1992)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di León Gieco.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Mariana
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-