—————————————————-

“Who is the girl with the crying face
looking at millions of signs?
She knows that life is a running race
her face shouldn’t show any line.

Melody Fair won’t you comb your hair?
You can be beautiful too
Melody Fair, remember you’re only a woman
Melody Fair, remember you’re only a girl

Who is the girl at the window pane
watching the rain falling down?
Melody, life isn’t like the rain
it’s just like a merry go round.

Melody Fair won’t you comb your hair?
You can be beautiful too
Melody Fair, remember you’re only a woman
Melody Fair, remember you’re only a girl

Who is the girl with the crying face
looking at millions of signs?
She knows that life is a running race
her face shouldn’t show any lines.


Melody Fair won’t you comb your hair?
You can be beautiful too
Melody Fair, remember you’re only a woman
Melody Fair, remember you’re only a girl”.

—————————————————-

Traduzione.

“Chi è la ragazza col pianto sul viso
che guarda milioni di segni?
Lei sa che la vita scorre veloce
non dovrebbe avere righe sul viso

Melody Fair perché non pettini i tuoi capelli?
Anche tu puoi essere bella
Melody Fair, ricorda che sei solo una donna
Melody Fair, ricorda che sei solo una ragazza

Chi è la ragazza alla finestra
che guarda la pioggia che scende?
Melody, la vita non è come la pioggia
è soltanto una giostra che gira

Melody Fair perché non pettini i tuoi capelli?
anche tu puoi essere bella
Melody Fair, ricorda che sei solo una donna
Melody Fair, ricorda che sei solo una ragazza

Chi è la ragazza col pianto sul viso
che guarda milioni di segni?
Lei sa che la vita scorre veloce
non dovrebbe avere righe sul viso

Melody Fair perché non pettini i tuoi capelli?
anche tu puoi essere bella
Melody Fair, ricorda che sei solo una donna
Melody Fair, ricorda che sei solo una ragazza”

(Traduzione a cura di Marie Jolie)

—————————————————-

Bee Gees, Melody Fair – 3:51
(Barry Gibb, Robin Gibb, Maurice Gibb)
Album: Odessa (1969)

Brano inserito nella colonna sonora del film Come sposare la compagna di banco e farla in barba alla maestra (1971, tit. orig. Melody), diretto da Waris Hussein, con Mark Lester e Tracy Hyde.

Brano inserito nella rassegna Colonne Sonore di InfinitiTesti.

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate alle donne di InfinitiTesti

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Bee Gees.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Odessa può probabilmente vantare la migliore orchestrazione mai sentita in un album dei Bee Gees. I movimenti della sezione di archi sono spesso imprevedibili, e di norma evitano quei passaggi sciropposi Mantovani-style che spesso risultano oscuri e deprimenti anziché zuccherosi. E senza manifesto sentimentalismo, deliziose ballate come “Melody Fair” alla fine si rivelano le ballate proverbialmente ideali che sono. Fate caso al coro “a due livelli” di Melody Fair, quando i registri bassi di “Melody Fair, won’t you comb your hair, you can be beautiful too…” confluiscono senza stacchi nei registri alti di “remember you’re only a woman”, se non è genio ci si avvicina”.

(Da Only Solitaire – George Starostin’s Music Reviews)

Testo originale:

Odessa probably boasts the best orchestration on a Bee Gees album you’ll ever hear. The movements of the string section are often unpredictable, and as a rule, they avoid the syrupy Mantovani-style passages, often sounding gloomy or doomy instead of saccharine. And without the overt sentimentality, exquisite ballads like ‘Melody Fair’ eventually come out as the proverbially ideal ballads they are. Check out that “two-level” chorus on ‘Melody Fair’ – when the low register vocals on ‘Melody Fair, why don’t you comb your hair, you can be beautiful too…’ seamlessly flow into the higher register on ‘remember you’re only a woman’, that’s genius or at least close“.

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-