—————————————————-

“Young child with dreams
dream every dream on your own
when children play
seems like you end up alone
papa says he’d love to be with you
if he had the time
so you turn to the only friend you can find
there in your mind

Shilo when I was young
I used to call your name
when no one else would come
Shilo you always came and we’d play

Young girl with fire
something said she understood
I wanted to fly
she made me feel like I could

Held my hand out, I let her take me
blind as a child
all I saw was the way
that she made me smile
she made me smile

Shilo when I was young
I used to call your name
when no one else would come
Shilo you always came and you’d stay


Had a dream and it filled me with wonder
she had other plans
– Got to go – said
she’d know I’d understand
I understand

Shilo when I was young
I used to call your name
when no one else would come…”.

—————————————————-

Traduzione.

“Un bimbo con tanti sogni
li sogni tutti per conto tuo
quando gli altri bimbi giocano
finisce sempre che resti solo
tuo padre dice che vorrebbe stare con te
se ne avesse il tempo
e allora ti rivolgi
all’unica amica che hai trovato
lì, nella tua mente

Shilo quando ero giovane
chiamavo spesso il tuo nome
quando non veniva nessun altro
Shilo tu arrivavi sempre e giocavamo assieme

Una ragazza col fuoco
ha capito qualcosa di quel che dicevo
volevo volare
con lei ho sentito che lo potevo fare

Ho teso la mano
ho lasciato che mi prendesse
cieco come un bambino
vedevo solamente come mi faceva ridere
mi faceva ridere

Shilo quando ero giovane
chiamavo spesso il tuo nome
quando non veniva nessun altro
Shilo tu arrivavi sempre e rimanevi con me

Avevo un sogno, e mi riempiva di meraviglia
lei aveva altri piani
–devo andare- ha detto
sapeva che avrei capito
lo capisco ora

Shilo quando ero giovane
chiamavo spesso il tuo nome
quando non veniva nessun altro
tu arrivavi sempre
vieni anche oggi”.

(Traduzione a cura di Marie Jolie)

—————————————————-

Neil Diamond, Shilo – 3:23
(Neil Diamond)
Album: Just for you (1967)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate alle donne di InfinitiTesti.

Brano inserito nella rassegna Le canzoni più tristi di Infinititesti.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-