Brad Paisley (feat. Alison Krauss) – Whiskey lullaby (testo e traduzione)

————————————————

Testo.

“She put him out
like the burnin’ end of a midnight cigarette
she broke his heart
he spent his whole life tryin’ to forget
we watched him drink his pain away
a little at a time
but he never could get drunk enough
to get her off his mind
until the night

He put that bottle to his head
and pulled the trigger
and finally drank away her memory
life is short but this time it was bigger
than the strength he had to get up off his knees
we found him with his face down in the pillow
with a note that said I’ll love her till I die
and when we buried him beneath the willow
the angels sang a whiskey lullaby

The rumors flew but nobody knew
how much she blamed herself
for years and years she tried
to hide the whiskey on her breath
she finally drank her pain away
a little at a time
but she never could get drunk enough
to get him off her mind
until the night

She put that bottle to her head
and pulled the trigger
and finally drank away his memory
life is short but this time it was bigger
than the strength she had to get up off her knees
we found her with her face down in the pillow
clinging to his picture for dear life
we laid her next to him beneath the willow
while the angels sang a whiskey lullaby”.


————————————————

Traduzione.

“Lei lo ha buttato fuori
come un mozzicone
di sigaretta a mezzanotte
e gli ha spezzato il cuore
lui ha passato la vita intera
a cercare di dimenticarla
lo abbiamo visto scolarsi
il suo dolore poco per volta
ma nemmeno ubriacandosi fino a sera
riusciva a togliersela dalla testa

Si è puntato quella bottiglia alla testa
ed ha premuto il grilletto
alla fine si è bevuto anche il cervello
la vita è breve ma questa storia
è stata più grande di quanto
le sue ginocchia potessero reggere
lo abbiamo trovato a faccia in giù sul cuscino
con un biglietto che diceva
– La amerò per sempre –
e quando lo abbiamo sepolto sotto al salice
gli angeli hanno cantato
la ninnananna del whiskey

Giravan voci ma non si sapeva per certo
quanto lei avesse poi incolpato se stessa
per anni e anni ha cercato
di nascondere l’odore del whiskey del suo alito
fino a bersi il suo dolore
poco alla volta
ma nemmeno ubriacandosi fino a sera
riusciva a toglierselo dalla testa

Si è puntata quella bottiglia alla testa
ed ha premuto il grilletto
alla fine si è bevuta anche il cervello
la vita è breve ma questa storia
è stata più grande di quanto
le sue ginocchia potessero reggere
l’abbiamo trovata a faccia in giù sul cuscino
che stringeva la foto di lui
l’abbiamo deposta accanto a lui
sotto al salice
mentre gli angeli cantavano
la ninnananna del whisky”.

(Traduzione a cura di Sara Lebowsky e Arianna Russo)

————————————————

Brad Paisley (feat. Alison Krauss), Whiskey lullaby – 4:19
(Bill Anderson, Jon Randall)
Album: Mud on the Tires (2003)

Brano inserito nella rassegna Le canzoni più tristi di Infinititesti.

Brano inserito nella rassegna Life itself. Canzoni di vita, di morte e di altre sciocchezze di InfinitiTesti, nella sezione Canzoni sulla morte.

Brano inserito nella rassegna Sing along to the drinking song. Le canzoni dedicate agli alcolici di InfinitiTesti, sotto la voce Whisky.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

Significato e citazioni.

Whiskey Lullaby è una canzone scritta da Bill Anderson e Jon Randall. La canzone è un duetto inciso dall’artista country americano Brad Paisley e dall’artista bluegrass Alison Krauss nell’album di Paisley Mud on the Tires. La canzone è stata pubblicata il 29 marzo 2004, come terzo singolo dell’album, e l’11º singolo della carriera di Paisley. Whiskey Lullaby raggiunse la posizione numero 3 nella classifica Billboard Hot Country Singles & Tracks (ora Hot Country Songs) e la numero 41 nella Billboard Hot 100. La canzone ha vinto nel 2005 il Country Music Association Song of the Year Award. È stato certificato 2× Platino dalla Recording Industry Association of America.

Whiskey Lullaby” è una ballata acustica in chiave di Si minore, accompagnata da chitarra acustica e Dobro. La sua narrazione è incentrata su una coppia che ha una dolorosa separazione che porta entrambi a bere sino alla morte. Nella prima parte muore l’uomo con il cuore spezzato e nella seconda muore la donna colpevole. Paisley canta la prima strofa e il ritornello che si concentrano sul personaggio maschile, e Krauss canta la seconda strofa e il coro che si concentrano sul personaggio femminile.

Jon Randall, uno dei co-autori della canzone, aveva appena divorziato dalla cantante country Lorrie Morgan prima di scrivere questa canzone. Inoltre, aveva perso un contratto discografico e non era stato in grado di trovare un contratto per la scrittura di canzoni. Si ritrovò a bere whisky regolarmente e a perseguire desideri sessuali. Dopo aver visto le condizioni in cui Randall si trovava in quel momento, il suo manager gli disse: “Ehi amico, ogni tanto devi metterti una bottiglia in testa e premere il grilletto”. Randall poi scrisse quella frase e decise di usarla in una canzone. Poi incontrò Bill Anderson e iniziò a scrivere il brano, che alla fine arrivò a Paisley. Quando Paisley ascoltò il pezzo, disse ad Anderson che gli sarebbe piaciuto inciderla con Alison Krauss o Dolly Parton; Anderson accettò entrambe le cantanti (perché era un fan di entrambe), e la canzone fu poi incisa da Paisley e Krauss. Randall stesso ne ha anche incluso una versione nel suo album del 2005 Walking Among the Living.

Il video musicale è ambientato nell’epoca della Seconda Guerra Mondiale. Inizia con un autobus pieno di veterani di guerra, uno dei quali, interpretato da Rick Schroder (che ha anche diretto il video) guarda una foto di lui che bacia sua moglie sotto un salice. In un flashback la fa oscillare tra le sue braccia sotto l’albero e le dice che l’amerà per sempre; lei gli dice che una volta tornato dalla guerra, metteranno su famiglia. Mentre l’uomo scende dall’autobus ed entra in casa sua, vede le foto di loro due (la moglie è interpretata da Marisa Petroro, che è apparsa anche nel video di “Speed” di Montgomery Gentry). Ancora una volta, l’uomo sente la voce di sua moglie che gli dice che metteranno su famiglia quando tornerà a casa. Ma la scena va in frantumi quando trova sua moglie a letto con un altro uomo. Lui se ne va e inizia la canzone.

La prima strofa della canzone nel video mostra l’uomo che beve eccessivamente, incapace di togliere la moglie dalla sua mente. Il suo alcolismo lo uccide, e il primo coro raffigura il suo funerale nel 1946 e sua moglie che piange. [Il secondo verso descrive la discesa della moglie nell’alcolismo; mentre è ubriaca, vede il volto del marito defunto nel viso di altri uomini. Mostra senso di colpa per la morte di suo marito e trova conforto solo quando beve alcolici. Poco prima del secondo ritornello, la donna piange e beve alcolici da una bottiglia sulla tomba del marito; infine, il coro raffigura il suo funerale nel 1947. Alla fine della canzone, una bambina (interpretata dalla vera figlia di Rick Schroder) guarda le tombe e vede i fantasmi della coppia, che si abbracciano e si baciano. Le lapidi rivelano che la coppia era composta da Richard (nato nel 1916) e Katherine Bartlett (nata nel 1919). Intrecciati con la trama ci sono scatti di Paisley e Krauss che eseguono la canzone sul palco di una sala da concerto. Il video musicale è stato girato il 6 e 7 giugno 2004 a Nashville. Ha debuttato il 30 giugno 2004 su CMT”.

(Wikipedia, voce Whiskey Lullaby)

————————————————

InfinitiTesti.com

Contatti
Artisti italiani
Artisti stranieri
Traduzioni
Discografie scelte
Rassegne e speciali

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Julia K.
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Arturo Bandini (ad interim) (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *