—————————————————-

“Last night I said these words to my girl
I know you never even try, girl
come on, come on, come on, come on
please, please me, wo yeah, like I please you

You don’t need me to show the way, love
why do I always have to say, love
come on, come on, come on, come on
please, please me, wo yeah, like I please you

I don’t want to sound complaining
but you know there’s always rain in my heart
I do all the pleasing with you
it’s so hard to reason with you
oh yeah, why do you make me blue?

Last night I said these words to my girl
I know you never even try, girl
come on, come on, come on, come on
please, please me, wo yeah, like I please you
oh yeah, like I please you
oh yeah, like I please you”.

—————————————————-



Traduzione.

“La notte scorsa ho detto
alla mia ragazza queste parole
lo so che non ci provi neanche, bella
andiamo, su andiamo, andiamo, andiamo
per piacere, compiacimi oh sì
come io faccio contenta te

Non hai bisogno che te lo spieghi, amore
perché ti devo sempre dire amore?
Andiamo, su andiamo, andiamo, andiamo
per piacere, compiacimi oh sì
come io faccio contenta te

Non voglio che sembri una lamentela
ma sai che piove sempre nel mio cuore
faccio di tutto per compiacerti
e con te è così difficile ragionare
oh sì perché mi rendi triste?

La notte scorsa ho detto
alla mia ragazza queste parole
lo so che non ci provi neanche, bella
andiamo, su andiamo, andiamo, andiamo
per piacere compiacimi oh sì
come io faccio contenta te
oh sì come io faccio contenta te
sì come io faccio contenta te”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd e Marie Jolie)

—————————————————-

Beatles, Please please me – 2:03
(John Lennon, Paul McCartney)
Album: Please please me (1963)
Singolo: “Please please me / Ask me why” (1963)
Singolo: “From me to you / Please please me” (1963, US reissue)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Beatles.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“È la title track del loro primo album long playing, registrato per capitalizzare il successo del 45 giri. Inizialmente era una composizione di John Lennon, sebbene la sua forma definitiva sia stata influenzata significativamente dal produttore George Martin. Il brano venne inoltre scelto per la prima apparizione televisiva dei Beatles nel Regno Unito al Thank Your Lucky Stars dell’11 gennaio 1963. Negli Stati Uniti il brano è stato pubblicato inizialmente con Ask Me Why sul lato B ma non ebbe un grande impatto. Quando fu ripubblicato per il mercato americano il 3 gennaio 1964, questa volta con From Me to You, raggiunse la terza posizione nella US Hot 100. In Italia l’8 febbraio 1964 arriva in prima posizione in classifica. La rivista Rolling Stone ha messo Please Please Me al numero 184 nella lista delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi.
I Beatles avevano ottenuto un certo successo al loro debutto con Love Me Do, ma al di fuori di Liverpool e Amburgo erano ancora praticamente sconosciuti. Questo anche perché quando Love Me Do entrò nelle classifiche inglesi il gruppo era ancora impegnato nell’ultima stagione ad Amburgo ed era quindi impossibilitato a promuovere attivamente il disco in patria. Tuttavia, il loro produttore George Martin sentiva che si trattava di un inizio promettente e decise di andare avanti con un secondo singolo. Lo stesso Martin afferma che la versione originale di Please Please Me era troppo malinconica, troppo lenta, di conseguenza secondo lui aveva scarse possibilità di diventare la grande hit che il gruppo stava aspettando. John Lennon aveva concepito Please Please Me come un blues lento sullo stile di Roy Orbison. L’ispirazione gli venne ascoltando Orbison che cantava Only the Lonely alla radio ma anche da una canzone di Bing Crosby che recitava “Please lend a little ear to my pleas” (con la parola “please” ripetuta due volte, anche se nel secondo caso è senza la ‘e’ finale ed assume un altro significato). Dalla combinazione di Roy Orbison e Bing Crosby venne fuori Please Please Me. George Martin ascoltò la canzone per la prima volta nella seconda sessione di Love Me Do (quella dell’11 settembre 1962). La sua prima impressione fu che il brano avesse bisogno di essere “tirato un po’ su” per cui chiese ai Beatles di modificarla, soprattutto aumentandone il ritmo. Con le modifiche apportate secondo le richieste di Martin, il produttore capì immediatamente che Please Please Me sarebbe stato un successo.
I diritti di pubblicazione di Please Please Me negli Stati Uniti vennero all’inizio offerti alla Capitol Records, etichetta discografica statunitense incorporata dalla EMI nel 1955. La Capitol Records non accettò e i diritti vennero quindi gestiti dalla Transglobal, un’affiliata della EMI che si occupava di piazzare prodotti stranieri a etichette americane. Il disco venne offerto alla Atlantic Records, ma anche questa rifiutò. Alla fine venne raggiunto un accordo con la Vee Jay Records. Secondo una ricerca pubblicata nel 2004, il singolo Please Please Me/Ask Me Why venne pubblicato negli Stati Uniti il 7 febbraio 1963, esattamente un anno prima del primo viaggio dei Beatles a New York. Da notare che sulle prime stampe del disco da parte della Vee Jay (numero di catalogo 498) fu commesso un errore tipografico: il nome della band fu trasformato infatti da “The Beatles” a “The Beattles”. Sulle copie successive l’errore venne corretto. Dick Biondi, un disc jockey di Chicago e amico del produttore esecutivo della Vee Jay, Ewart Abner, trasmise il brano alla radio l’8 febbraio 1963, diventando così il primo DJ a far ascoltare un disco dei Beatles negli Stati Uniti. Tranne che a Chicago però, il disco negli USA fu un fiasco con appena 7.310 copie vendute. Oggi le copie “Vee Jay 498”, sia con l’ortografia corretta che con quella sbagliata, sono preziosi oggetti da collezione. Nel gennaio del 1964, sull’onda dell’entusiasmo scatenato dall’uscita di I Want to Hold Your Hand e dopo l’apparizione dei Beatles al programma televisivo di Jack Paar, la Vee Jay decise di ristampare Please Please Me per il mercato americano. La casa discografica stavolta decise però di mettere From Me to You come lato B e il nuovo singolo venne pubblicato con il numero di catalogo 581. In questa seconda versione Please Please Me fu un enorme successo, raggiungendo la terza posizione della classifica Hot 100 di Billboard la seconda settimana del marzo 1964. A questo punto la Vee Jay era intenzionata a stampare il maggior numero di copie possibili del disco e questo portò ad una certa difformità delle copertine e persino del titolo di alcune copie (alcune ad esempio riportavano la virgola nel titolo “Please, Please Me“). Il risultato fu un vertiginoso numero di copie diverse, alcune delle quali risultano estremamente rare. Una curiosità è il fatto che, pur avendo venduto oltre un milione di copie della seconda versione di Please Please Me, i Beatles non ricevettero alcun disco d’oro in quanto la Vee Jay non era membro della RIAA”.

(Wikipedia, voce Please Please Me/Ask Me Why)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-