—————————————————-

“There is a war between the rich and poor
a war between the man and the woman
there is a war between the ones
who say there is a war
and the ones who say there isn’t.

Why don’t you come on back to the war
that’s right, get in it
why don’t you come on back to the war
it’s just beginning.

Well I live here with a woman and a child
the situation makes me kind of nervous
Yes, I rise up from her arms
she says – I guess you call this love –
I call it service.

Why don’t you come on back to the war
don’t be a tourist
why don’t you come on back to the war
before it hurts us
why don’t you come on back to the war
let’s all get nervous.

You cannot stand what I’ve become
you much prefer the gentleman I was before
I was so easy to defeat
I was so easy to control
I didn’t even know there was a war.



Why don’t you come on back to the war
don’t be embarrassed
why don’t you come on back to the war
you can still get married.

There is a war between the rich and poor
a war between the man and the woman
there is a war between the left and right
a war between the black and white
a war between the odd and the even.

Why don’t you come on back to the war
pick up your tiny burden
why don’t you come on back to the war
let’s all get even
why don’t you come on back to the war
can’t you hear me speaking?”.

—————————————————-

Traduzione.

“C’è una guerra fra ricco e povero
c’è una guerra fra uomo e donna
c’è una guerra fra chi dice
c’è una guerra e chi dice di no.

Perché non entri in guerra?
Proprio così, entraci
perché non entri in guerra?
E’ appena cominciata.

Vivo qui con una donna e un bambino
la situazione mi rende nervoso
mi alzo dalle sue braccia, dice
immagino tu lo chiami amore
io lo chiamo servizio.

Perché non entri in guerra?
Non limitarti a fare il turista
erché non entri in guerra?
Arrabbiamoci tutti.

Non sopporti cosa sono diventato
preferivi di molto il gentiluomo ch’ero prima
facile da sconfiggere, facile da controllare
nemmeno sapevo che c’era una guerra.

Perché non entri in guerra?
Non essere imbarazzato
perché non entri in guerra?
Puoi sempre sposarti.

C’è una guerra tra ricco e povero
c’è una guerra tra uomo e donna
c’è una guerra tra destra e sinistra
una guerra tra bianco e nero
una guerra tra pari e dispari.

Perché non entri in guerra?
Raccogli il tuo piccolo fardello
perché non entri in guerra?
E’ appena iniziata
perché non entri in guerra?
Saldiamo i conti
perché non entri in guerra?
Non mi senti parlare?”.

(Traduzione a cura di Massimo Cotto, pubblicata in Leonard Cohen – Canzoni da una stanza – tutti i testi, Arcana, 1993)

—————————————————-

Leonard Cohen, There is a war – 2:59
Album: New Skin for the Old Ceremony (1974)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Leonard Cohen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-