“Juntito a mi corazón
juntito a mí
charango, charanguito
¡Qué dulce voz!

Ayúdame a llorar
el bien que ya perdí.

Charango, charanguito,
¡Qué dulce voz!

Tuve un Imperio del Sol
grande y feliz
el blanco me lo quitó
charanguito.

Llora mi raza vencida
por otra civilización”.

—————————————————-

Traduzione.

“Vicino al mio cuore
vicino a me
charango, piccolo charango (*)
suona dolcemente!

Aiutami a piangere
il bene che ho perduto
charango, piccolo charango
suona dolcemente

Avevo un Impero Del Sole grande e radioso
l’uomo bianco me lo rubò
piccolo charango
piangi per la mia razza
vinta da un’altra civiltà”.

(Traduzione a cura di Arianna Russo)

—————————————————-

Note.

(*) Charango: piccolo strumento a corde latino-americano che si suona a pizzico, in origine ricavato da una corazza di armadillo.

—————————————————-

Mercedes Sosa, Canción del derrumbe índio – 2:44
(Fernando Figueredo Iramain)
Album: Yo no canto por cantar (1966)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Mercedes Sosa.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Nel 1965 Mercedes Sosa fu invitata da Jorge Cafrune (uno dei più celebri interpreti della tradizione musicale popolare argentina) al “Festival Folclórico de Cosquín”. Gli organizzatori della rassegna non erano al corrente dell’iniziativa di Cafrune e quando “La Negra Sosa” salì sul palco i commenti non furono teneri (“¿quién es esa mina, con esa pinta de sirvienta? ¿Qué hace acá?”, disse uno degli impresari). Noncurante del mormorio, la Sosa attaccò con la “Canción del derrumbe indio” di Fernando Figueredo Iramain, accompagnando la voce solamente con la ritmica di un tamburo… L’esecuzione fu accolta da un’ovazione e la Sosa ebbe la sua consacrazione, ottenendo un contratto con la PolyGram per incidere “Yo no canto por cantar“.

(Wikipedia, voce Mercedes Sosa)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-