—————————————————-

“Down the street the dogs are barkin’
and the day is a-gettin’ dark
as the night comes in a-fallin’
the dogs’ll lose their bark
an’ the silent night will shatter
from the sounds inside my mind
for I’m one too many mornings
and a thousand miles behind

From the crossroads of my doorstep
my eyes they start to fade
as I turn my head back to the room
where my love and I have laid
an’ I gaze back to the street
the sidewalk and the sign
and I’m one too many mornings
an’ a thousand miles behind

It’s a restless hungry feeling
that don’t mean no one no good
when ev’rything I’m a-sayin’
you can say it just as good
you’re right from your side
I’m right from mine
we’re both just one too many mornings
an’ a thousand miles behind”.

—————————————————-

Traduzione.


“Lungo la strada i cani abbaiano
e il giorno si sta facendo scuro
appena la notte scenderà di colpo
i cani smetteranno il loro latrare
e la notte silenziosa sarà frantumata
dai suoni dentro la mia mente
mentre un altro giorno è passato
e ho ancora mille miglia da fare

Dal crocicchio davanti alla mia porta
lo sguardo lentamente si sfoca
e io volgo ancora il capo
verso la stanza dove
ho dormito con il mio amore
e poi di nuovo fisso la strada
e il marciapiede e il cartello
mentre un altro giorno è passato
e ho ancora mille miglia da fare

E’ una sensazione affamata senza riposo
che non dice niente di buono per nessuno
quando ogni cosa che io dico
tu puoi dirla altrettanto bene
tu hai ragione da parte tua
e io ho ragione dalla mia
per entrambi è passato un altro giorno
e abbiamo ancora mille miglia da fare”.

(Traduzione a cura di Stefano Rizzo)

—————————————————-

Bob Dylan, One too many mornings – 2:41
(Bob Dylan)
Album: The times they are a-changin’ (1964)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bob Dylan.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Cover.

1. The Association (singolo, 1965, poi nell’album Live, 1970). Fu interpretata quando era solo un successo a livello regionale nella zona di Los Angeles. La loro versione venne pubblicata su singolo nello stesso anno.
2. The Beau Brummels (singolo, 1966). La loro versione arrivò alla posizione numero 95 in classifica.
3. Burl Ives (in The Times They Are A-Changin’, 1968)
4. Joan Baez (in Any Day Now, 1968)
5. The Kingston Trio (in Once Upon a Time, pubblicato nel 1969, due anni dopo lo scioglimento del gruppo).
6. Bobby Sherman (B-side del singolo Little woman, 1969)
7. Jerry Jeff Walker (in A Man Must Carry On, 1977)
8. Johnny Cash (in Johnny & June, 1978) Cash incise inoltre altre due versioni della canzone insieme a Dylan mentre quest’ultimo stava registrando Nashville Skyline.
9. Dion DiMucci (in Dream on Fire, 1992)
10. The Band (in Tangled Up in Blues, 1999)
11. David Gray (in A Thousand Miles Behind, 2007)
12. The Panics (in Cruel Guards, 2007)
13. Draco Rosa (in Vino, 2008)

—————————————————-

Riferimenti mediatici.

1. Steve Jobs, l’ex-amministratore delegato della Apple, in un incontro con Bob Dylan a Palo Alto nel 2004, gli rivelò che la sua canzone preferita era One too many mornings. Dylan la suonò quella notte. “E’ uno dei miei eroi di tutti i tempi”, disse Jobs “il mio amore per lui è cresciuto nel corso degli anni, è maturato. Non riesco a capire come ha fatto quando era così giovane”.

—————————————————-

Citazioni.

One Too Many Mornings è un brano musicale scritto ed interpretato dal cantautore statunitense Bob Dylan, incluso nel suo album The Times They Are a-Changin’ del 1964. Gli accordi e la melodia vocale della canzone sono molto simili ad un’altra composizione dello stesso Dylan, la celebre The Times They Are A-Changin’. One Too Many Mornings è suonata in stile fingerpicking pizzicando le corde della chitarra acustica senza l’ausilio di alcun plettro. Successivamente, Dylan eseguì la canzone in un arrangiamento elettrico durante il suo tour mondiale del 1966 e nel 1976 durante la tournée della Rolling Thunder Revue“.

(Wikipedia, voce One Too Many Mornings)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-