Bob Dylan – A hard rain’s a-gonna fall (testo e traduzione)

—————————————————-

“Oh where have you been
my blue eyed son
and where have you been
my darling young one
I’ve stumbled on the side
of twelve misty mountains
I’ve walked and I’ve crawled
on six crooked highways

I’ve stepped in the middle
of seven sad forests
I’ve been out in front
of a dozen dead oceans
I’ve been ten thousand miles
in the mouth of a graveyard
and it’s a hard it’s a hard
it’s a hard rain’s gonna fall

Oh what did you see
my blue eyed son
and what did you see
my darling young one
I saw a new born baby
with white wolves all around it
I saw a highway of diamonds
with nobody on it
I saw a black branch with blood
that kept dripping
I saw a room full of men
with their hammers a bleeding
I saw a white ladder
all covered with water
I saw ten thousand talkers
whose tongues were all broken
I saw guns and sharp swords
in the hands of young children
and it’s a hard it’s a hard
it’s a hard rain’s gonna fall

And what did you hear
my blue eyed son
and what did you hear
my darling young one
I heard the sound of a thunder
that roaded out a warning
I heard the roar of a wave
that could drown the whole world
I heard one hundred drummers
whose hands were a blazing
I heard ten thousand whispering
and nobody listening
I heard one person starve
I heard many people laughing
I heard the song of a poet
who died in the gutter
I heard the sound of a clown
who cried in the alley
and it’s a hard it’s a hard
it’s a hard rain’s gonna fall

Oh what did you meet
my blue eyed son
and who did you meet
my darling young one
I met a young child
beside a dead pony
I met a white man
who walked a black dog
I met a young woman
her body was burning
I met a young girl
she gave me a rainbow
I met one man
who was wounded in love
I met another man
who was wounded in hatred
and it’s a hard it’s a hard
it’s a hard rain’s gonna fall


And what’ll you do now
my blue eyed son
and what’ll you do now
my darling young one
I’m a going back out
‘fore the rain starts a falling
I’ll walk to the depth
of the deepest dark forest
where the people are many
and their hands are all empty
where the pellets of poison
are flooding their waters
where the home in the valley
meets the damp dirty prison
and the executioner’s face
is always well hidden
where hunger is ugly
where the souls are forgotten
where black is the color
where none is the number
and I’ll tell it and speak it
and think it and breathe it
and reflect from the mountains
so all souls can see it
then I’ll stand on the ocean
until I start sinking
but I’ll know my song well
before I start singing
and it’s a hard it’s a hard
it’s a hard rain’s gonna fall”.

—————————————————-

Traduzione.

“E dove sei stato
figlio dagli occhi azzurri
dove sei stato
dolce mio figlio
ho inciampato nel fianco
di dodici montagne nebbiose
ho camminato e strisciato
su sei strade contorte
ho camminato nel mezzo
di sette tristi foreste
sono stato davanti
dodici oceani morti
sono stato diecimila miglia
nella bocca di un cimitero
e una dura dura
dura pioggia cadrà

E cosa hai visto
figlio dagli occhi azzurri
cosa hai visto
dolce mio figlio
ho visto un neonato
e bianchi lupi lo circondavano
ho visto una strada di diamanti
e nessuno vi camminava
ho visto un ramo nero
e il sangue ne gocciolava
ho visto una stanza piena di uomini
e i loro martelli sanguinavano
ho visto una scala bianca
tutta coperta di acqua
ho visto diecimila che parlavano
e le loro parole erano un balbettìo
ho visto fucili e spade affilate
nelle mani di bambini
e una forte forte
forte pioggia cadrà

E cosa hai sentito
figlio dagli occhi azzurri
cosa hai sentito
dolce mio figlio
ho sentito il fragore di un tuono
e il suo rombo era un avvertimento
ho sentito il fragore di un’onda
che potrebbe sommergere tutto il mondo
ho sentito cento tamburini
e le loro mani erano in fiamme
ho sentito diecimila bisbigliare
e nessuno ascoltare
ho sentito un uomo morire di fame
ho sentito molti altri che ridevano
ho sentito la canzone di un poeta
che è morto nella strada
ho sentito il suono di un pagliaccio
che piangeva nel cortile
e una forte forte
forte pioggia cadrà

E cosa hai incontrato
figlio dagli occhi azzurri
chi hai incontrato
dolce mio figlio
ho incontrato un bambino
vicino a un cavallino morto
ho incontrato un uomo bianco
che camminava con un cane nero
ho incontrato una giovane donna
il suo corpo era in fiamme
ho incontrato una bambina
mi ha dato un arcobaleno
ho incontrato un uomo
che era ferito in amore
ho incontrato un altro uomo
che era ferito in odio
e una forte forte
forte pioggia cadrà

E cosa farai adesso
figlio dagli occhi azzurri
cosa farai adesso
dolce mio figlio
tornerò là fuori
prima che la pioggia cominci a cadere
camminerò nel profondo
delle più profonda nera foresta
dove molti sono gli uomini
e vuote sono le loro mani
dove pallottole di veleno
contaminano le loro acque
dove la casa nella valle
è una sporca e fredda prigione
e la faccia del boia
è sempre bene nascosta
dove la fame è brutta
dove le anime sono dimenticate
dove nero è il colore
dove zero è il numero
e lo dirò e lo ripeterò
e lo penserò e lo respirerò
e rifletterò dalle montagne
così che tutte le anime lo vedano
poi starò in piedi sull’oceano
fino a quando comincerò ad affondare
ma saprò la mia canzone bene
prima di cominciare a cantare
e una forte forte
forte pioggia cadrà”.

(Traduzione a cura di Stefano Rizzo, riadattata da Arturo Bandini)

—————————————————-

Bob Dylan, A hard rain’s a-gonna fall – 6:55
(Bob Dylan)
Album: The Freewheelin’ Bob Dylan (1963)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bob Dylan.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

A Hard Rain’s a-Gonna Fall è una canzone scritta da Bob Dylan durante l’estate del 1962. È stata la prima ad essere registrata negli studi della Columbia Records il 6 dicembre 1962 per il suo secondo album The Freewheelin’ Bob Dylan. La struttura del testo è basata sulla tradizionale ballata Lord Randal, Child Ballads nº 12. Molti rimasero colpiti dalla potenza e dalla complessità della composizione. Per il critico Robert Shelton, A Hard Rain’s A-Gonna Fall rappresenta un “capolavoro della musica folk”, che concretizza i frutti della fusione tra poesia e jazz avvenuta negli anni cinquanta, influenzata dalle opere di Ginsberg, Ferlinghetti, e Rexroth. Il cantante folk Dave Van Ronk commentò in seguito: «Fui sicuro da subito che Hard Rain rappresentasse l’inizio di una rivoluzione artistica vera e propria». Pete Seeger espresse considerazioni simili affermando come, secondo lui, questa canzone sarebbe durata nel tempo più di tutte le altre scritte da Dylan.
Il 22 settembre, Dylan appare per la prima volta alla Carnegie Hall, parte di un’all-star hootenanny. Questo spettacolo è stata la prima comparsa ufficiale in pubblico di A Hard Rain’s A-Gonna Fall, una complessa canzone costruita su domande e risposte sul modello della tradizionale ballata britannica Lord Randal, pubblicata da Francis Child. Un mese dopo, il 22 ottobre, il presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy apparve in televisione per annunciare la scoperta di missili sovietici sull’isola di Cuba. Sulle informazioni di copertina dell’album Freewheelin’, Nat Hentoff avrebbe citato Dylan per avere scritto A Hard Rain a causa della crisi dei missili cubani: «Ogni strofa è in realtà l’inizio di una nuova canzone. Ma quando scrissi ciò, mi sembrava di non avere abbastanza tempo per scrivere tutte quelle canzoni così ho messo tutto quello che potevo in questa».
In realtà, Dylan aveva scritto la canzone più di un mese prima della crisi. Tuttavia, la canzone è rimasta rilevante nel corso degli anni. Alcuni hanno suggerito che il ritornello del brano si riferisce alla caduta nucleare. In un’intervista alla radio con Studs Terkel nel 1963, Dylan disse: «No, it’s not atomic rain, it’s just a hard rain. It isn’t the fallout rain. I mean some sort of end that’s just gotta happen… In the last verse, when I say, ‘the pellets of poison are flooding the waters’, that means all the lies that people get told on their radios and in their newspapers» («No, non è la pioggia atomica, è solo una forte pioggia. Non è la pioggia radioattiva. Intendo una sorta di fine che sta per accadere… Nell’ultimo verso, quando dico, ‘le pallottole di veleno stanno contaminando le acque’, questo verso rappresenta tutte le bugie che vengono dette alle persone dalle loro radio e dai loro giornali»).

(Wikipedia, voce A Hard Rain’s A-Gonna Fall)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-

Scrivi le tue opinioni

UA-10243258-10