—————————————————-

“Quando son nato io pesavo sei chili
avevo spalle da uomo e mani grandi come badili
quando son nato io eran davvero tempi cupi
e le mie strade erano piene di iene e di lupi
quando son nato io la morte stringeva la vite
e la gente del mondo ingoiava cordite…

Poveri bimbi di Milano
coi vestiti comprati all’Upim
abituati ad un cielo a buchi
che vedete sempre più lontano
poveri bimbi di Milano
così fragili, così infelici
che urlate rabbia senza radici
con occhi tinti e con niente in mano
poveri bimbi di Milano
derubati anche di speranza
che danzate la vostra danza
in quello zoo metropolitano
poveri bimbi di Milano
con fazzoletti come giardini
poveri indiani nella riserva
povere giacche blu questurini.

Quando son nato io c’era la fame nera
e la vita d’ognuno tirava il lotto ogni sera
quando son nato io le città erano cimiteri
e la primavera sbocciava sopra ai morti di ieri
quando son nato io alla fine ci fu gran festa
e l’uomo si svegliò dal sonno
aprì gli occhi e rialzò la testa…

Poveri bimbi di Milano
dall’orizzonte sempre coperto
povera sete di libertà
costretta a vivere nel deserto
poveri bimbi di Milano
dalle musiche come un motore
col più terribile dei silenzi
la solitudine del rumore
poveri bimbi di Milano
figli di padri preoccupanti
con un esistere da nano
e nella mente sogni giganti
poveri bimbi di Milano
numerosi come minuti
viaggiatori di mete fisse
spettatori sempre seduti…

Quando son nato io, come capita a tutti
il tempo uguale e incurante imponeva i suoi frutti
quando son nato io nel rogo di San Silvestro
si bruciava il passato e il peccato col resto
quando rinasceremo, come il sogno d’ un uomo
bruceremo il futuro in piazza del Duomo…



—————————————————-

Francesco Guccini, Milano (Poveri bimbi di) – 4:53
(Francesco Guccini, Gian Piero Alloisio, Francesco Guccini)
Album: Metropolis (1981)

Brano inserito nella rassegna I luoghi del cuore di InfinitiTesti.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Francesco Guccini.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-