—————————————————-

“La sorella di Franco
partiva per il mare
lo zaino, il sacco a pelo
e centomila lire

E fu all’angolo di Via Irnerio
che sentì l’esplosione
poi nel sole del mattino
vide il volo cieco di un piccione

Passò un momento sospeso
e polvere e spettri fuggenti
prima di un po’ di luce
per Bologna e i suoi lamenti

Lele era un bambino
e rimase fermo ad ascoltare
le frasi in dialetto
che il postino diceva al padre

Era solo un bambino
ma ricorda ancora bene
la faccia di quell’uomo
e il grido delle sirene


Passò un giorno per capire
poi i giornalisti e il Presidente
prima di un po’ di luce
per Bologna e la sua gente

Sally sul taxi
coi feriti accanto
guidò fino all’alba
poi si arrese al pianto

Dal sedile di dietro
il sangue rappreso
gli parlava di morte
dell’orrore all’improvviso

Passarono mesi e stagioni
omissioni e servizi deviati
prima di un po’ di luce
per Bologna e i suoi magistrati

Maria di vent’anni
aveva il mondo davanti
e lo sguardo più dolce
di chi non può aver rimpianti

Maria se n’è andata
come un angelo in volo
inghiottita nel nulla
in un attimo solo

Passarono più di dieci anni
quante promesse infinite
prima di un po’ di luce
per Bologna e le sue ferite

Il giorno che il cielo
cadde su Bologna
piovvero pietre
fiamme e vergogna
una breccia nel muro
e un’altra nel cuore

Quando il ricordo è radice
custodisce il dolore
quando il ricordo è radice
il futuro avrà un fiore

Passò secolo e millennio
menzogne, governi e sentenze
prima di un po’ di luce
per Bologna e le sue coscienze

Passò una generazione
l’oratore e il testimone
resta il profumo di un fiore
per Bologna e la sua stazione

E il fiore della memoria
che sboccia in ogni stagione”.

—————————————————-

Modena City Ramblers, Il giorno che il cielo cadde su Bologna – 5:24
Album: Niente di nuovo sul fronte occidentale (2013)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate agli eventi storici di InfinitiTesti.

Brano inserito nella rassegna I luoghi del cuore di InfinitiTesti.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa dei Modena City Ramblers.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-