“They call me The Wild Rose
but my name was Elisa Day
why they call me it I do not know
for my name was Elisa Day

From the first day I saw her
I knew she was the one
she stared in my eyes and smiled
for her lips were
the colour of the roses
that grew down the river
all bloody and wild

When he knocked on my door
and entered the room
my trembling subsided
in his sure embrace
he would be my first man
and with a careful hand
he wiped at the tears
that ran down my face

They call me The Wild Rose
but my name was Elisa Day
why they call me it I do not know
for my name was Elisa Day

On the second day
I brought her a flower
she was more beautiful
than any woman I’d seen
I said, – Do you know
where the wild roses grow
so sweet and scarlet and free? –

On the second day he came
with a single red rose
he said: “Will you give me
your loss and your sorrow”
I nodded my head
as I lay on the bed
said “If I show you the roses
will you follow?”



They call me The Wild Rose
but my name was Elisa Day
why they call me it I do not know
for my name was Elisa Day

On the third day
he took me to the river
he showed me the roses and we kissed
and the last thing
I heard was a muttered word
as he knelt above me
with a rock in his fist

On the last day I took her
where the wild roses grow
and she lay on the bank
the wind light as a thief
and I kissed her goodbye, said
“All beauty must die”
and leant down and planted
a rose between her teeth

They call me The Wild Rose
but my name was Elisa Day
why they call me it I do not know
for my name was Elisa Day
for my name was Elisa Day
for my name was Elisa Day”.

—————————————————-

Traduzione.

“Mi chiamano Rosa Selvatica
ma il mio nome era Elisa Day
non so perché mi chiamano così
il mio vero nome era Elisa Day

Sapevo che era lei dal giorno che la vidi
guardava nei miei occhi e sorrideva
e aveva labbra come le rose color del sangue
che crescono spontanee al fiume, sulle sponde

Bussò alla mia porta ed entrò nella stanza
calmò il mio tremare nel suo abbraccio sicuro
era il mio primo uomo, e con mano gentile
asciugò le lacrime che mi rigavano il viso

Mi chiamano Rosa Selvatica
ma il mio nome era Elisa Day
non so perché mi chiamano così
il mio vero nome era Elisa Day

Il secondo giorno le portai un fiore
lei era più bella di qualsiasi altra donna
le chiesi “Sai dove crescono le rose selvatiche
così soavi, e scarlatte e libere?”

Arrivò Il secondo giorno con un’unica rosa rossa
disse – mi darai la tua sconfitta e il tuo dolore? –
Assentii con la testa, coricata sul letto
disse – verrai con me, se ti mostro le rose? –

Mi chiamano Rosa Selvatica
ma il mio nome era Elisa Day
non so perché mi chiamano così
il mio vero nome era Elisa Day

Il terzo giorno mi portò al fiume
mi mostrò le rose e ci baciammo
e l’ultima cosa che sentii
fu il suo mormorio
inginocchiato su di me
con una pietra in mano

L’ultimo giorno la portai
dov’erano le rose selvatiche
si era stesa sulla riva
soffiava un vento lieve
le diedi un bacio d’addio, le dissi
– Tutta la bellezza giunge a morire –
e mi chinai e le misi una rosa tra i denti

Mi chiamano Rosa Selvatica
ma il mio nome era Elisa Day
non so perché mi chiamano così
il mio nome era Elisa Day
il mio nome era Elisa Day
il mio nome era Elisa Day”.

(Traduzione a cura di Marie Jolie)

—————————————————-

Nick Cave and The Bad Seeds (feat. Kylie Minogue), Where the wild roses grow – 3:57
(Nick Cave)
Album: Murder ballads (1996)
Singolo: “Where the wild roses grow / The Ballad of Robert Moore & Betty Coltrane / The willow garden” (1995)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate alle donne di InfinitiTesti

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Marie Jolie
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-