Ben E. King – Stand by Me (testo e traduzione)

————————————————

Testo.

“When the night has come
and the land is dark
and the moon is the only light we’ll see
no I won’t be afraid, no I won’t be afraid
just as long as you stand, stand by me

So darlin’, darlin’, stand by me
oh now now stand by me
stand by me, stand by me

If the sky that we look upon
should tumble and fall
and the mountains should crumble to the sea
I won’t cry, I won’t cry
no I won’t shed a tear
just as long as you stand, stand by me

And darlin’, darlin’
stand by me, oh stand by me
stand by me, stand by me
stand by me-e, yeah


Whenever you’re in trouble
won’t you stand by me
oh now now stand by me
oh stand by me, stand by me, stand by me

Darlin’, darlin’
stand by me-e, stand by me
oh stand by me, stand by me, stand by me”.

————————————————

Traduzione.

“Quando cadrà la notte
e la terra sarà buia
ed avremo la sola luce della luna
io non avrò paura, no, non avrò paura
fino a che ci sarai tu, vicino a me

E allora cara, tesoro, stai con me ora
stai con me, stai con me, stai con me

Se il cielo sopra di noi
dovesse crollare e cadere
e le montagne si sbriciolassero nel mare
io non piangerò, no, non verserò una lacrima
fino a che ci sarai tu, vicino a me

Cara, tesoro, stammi vicino, oh stai con me
stai con me, stai con me, stai con me, sì

In ogni difficoltà so che sarai con me,
ed ora, ora stammi vicino
oh stammi vicino, stammi vicino, stammi vicino

Tesoro, tesoro, stammi vicino
stammi vicino, oh stammi vicino
stammi vicino, stammi vicino”.

(Traduzione a cura di Marie Jolie)

————————————————

Ben E. King, Stand by Me – 2:59
(Ben E. King, Jerry Leiber, Mike Stoller)
Album: Don’t Play That Song! (1962)
Singolo: “Stand by Me / On the Horizon” (1961)

Brano inserito nella colonna sonora dei film Stand by Me – Ricordo di un’estate (1986, tit. orig. Stand by me) diretto da Rob Reiner, con Wil Wheaton e River Phoenix.

Brano inserito nella rassegna Colonne Sonore di InfinitiTesti.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

Significato e citazioni.

Stand by Me” è una canzone eseguita originariamente nel 1961 dal cantautore americano Ben E. King e scritta da lui, insieme a Jerry Leiber e Mike Stoller, che insieme usarono lo pseudonimo Elmo Glick. Secondo King, il titolo deriva e si ispira a uno spiritual scritto da Sam Cooke e J. W. Alexander chiamato “Stand by Me Father“, registrato dai Soul Stirrers con Johnnie Taylor come cantante principale.

È stata inserita nella colonna sonora dell’omonimo film del 1986, e un video musicale corrispondente, con King insieme agli attori River Phoenix e Wil Wheaton, è stato pubblicato per promuovere il film. È stata anche inserita in uno spot europeo del 1987 dei jeans Levi’s 501, che ha contribuito a diffondere un maggiore successo in Europa. Nel 2012, i suoi diritti d’autore sono stati stimati avere superato i 22,8 milioni di dollari, rendendola la sesta canzone più redditizia dell’epoca. Il 50% dei diritti d’autore sono stati pagati a King. Nel 2015, la versione originale di King è stata inserita nella National Recording Registry dalla Library of Congress, come “culturalmente, storicamente o esteticamente significativa”, poco meno di cinque settimane prima della sua morte. Più tardi nell’anno, la formazione del 2015 dei Drifters l’ha registrata in suo omaggio.

Ci sono state oltre 400 versioni registrate della canzone, eseguite da molti artisti, in particolare Otis Redding, John Lennon, Cassius Clay (poi Muhammad Ali), 4 the Cause, Tracy Chapman, i musicisti del progetto Playing for Change, Florence and the Machine e il Kingdom Choir“.

Nel 1960, Ben E. King si ispirò a rinnovare l’inno gospel del primo Novecento “Stand by Me” di Charles Albert Tindley, basato sul Salmo 46, “non avremo paura, anche se la terra viene rimossa, e anche se le montagne vengono portate in mezzo al mare”.

Secondo il documentario History of Rock ‘n’ Roll, King non aveva intenzione di incidere la canzone per sé stesso. King l’aveva scritta per i Drifters, che però non vollero registrarla. Dopo la sessione di registrazione di “Spanish Harlem” nel 1960, King aveva del tempo di studio a disposizione. I produttori della sessione, Jerry Leiber e Mike Stoller, chiesero se avesse altre canzoni. King la suonò al pianoforte, loro la apprezzarono e richiamarono i musicisti di studio per registrarla.

Stoller lo ricorda in modo diverso: “Ricordo di essere arrivato al nostro ufficio mentre Jerry e Ben stavano lavorando sui testi di una nuova canzone. King aveva le prime note di una melodia che cantava a cappella. Sono andato al pianoforte e ho sviluppato le armonie, creando un modello di basso che sarebbe diventato la firma della canzone. Ben e Jerry hanno finito rapidamente i testi…”.

In un’altra intervista, Stoller ha detto: “Ben E. aveva iniziato una canzone, sia parole sia musica. Lavorò insieme a Jerry sui testi, e io aggiunsi elementi alla musica, in particolare la linea del basso. In parte, è basata su una canzone gospel chiamata “Lord Stand By Me“. Ho la sensazione che Jerry e Ben E. ne siano stati ispirati. Ben, ovviamente, aveva una forte formazione in musica da chiesa. È il 50% degli autori della canzone, mentre Jerry e io siamo il 25% ciascuno… Quando sono entrato, Jerry e Ben E. stavano lavorando sui testi di una canzone. Erano seduti dietro una vecchia scrivania di quercia che avevamo in ufficio. Jerry era seduto dietro di essa, e Benny era seduto sulla parte superiore. Mi hanno guardato e mi hanno detto che stavano scrivendo una canzone. Ho detto: “Fatemela sentire.”… Ben ha iniziato a cantare la canzone a cappella. Sono andato al pianoforte verticale e ho trovato gli accordi dietro la melodia che stava cantando. Era in chiave di A. Poi ho creato una linea di basso. Jerry ha detto: “È perfetto!” Abbiamo usato il mio motivo di basso come punto di partenza e, successivamente, lo abbiamo usato come base per l’arrangiamento degli archi creato da Stanley Applebaum.

Nel brano suonavano Romeo Penque al sax, Ernie Hayes al pianoforte, Al Caiola e Charles McCracken alle chitarre, Lloyd Trotman al contrabbasso, Phil Kraus alle percussioni e Gary Chester alla batteria, oltre a un coro misto senza parole e archi. I crediti di scrittura sulla versione singola erano attribuiti a King e Elmo Glick – uno pseudonimo usato da Leiber e Stoller.

Il singolo di King raggiunse la prima posizione nelle classifiche R&B e fu un successo Top Ten nelle classifiche statunitensi per due volte: nella sua uscita originale, entrando nella classifica Billboard il 13 maggio 1961 e raggiungendo il numero 4 il 16 giugno 1961, e in una riedizione del 1986, coincidente con l’uso della canzone come colonna sonora del film omonimo, quando raggiunse il numero 9 dal 20 dicembre 1986 al 3 gennaio 1987. La canzone è anche presente nella pubblicità televisiva dei jeans Levi’s 501. Nella pubblicità, un uomo che indossa dei jeans denim neri riesce ad entrare in una discoteca il cui regolamento prevede “no blue jeans”. “Stand by Me” ha anche raggiunto la vetta delle classifiche in Canada, Irlanda e Regno Unito alla sua riedizione. In quest’ultimo paese, la canzone ha raggiunto il primo posto nella classifica dei singoli nel gennaio 1987, principalmente a causa della pubblicità televisiva dei jeans, dopo aver raggiunto il numero 27 nella classifica dei singoli del Regno Unito nella sua uscita originale nel 1961.

La canzone non è stata inclusa in un album fino a quando non è stata pubblicata come singolo da due anni. La canzone è stata inserita nell’album di King Don’t Play That Song!.

La canzone è stata classificata al 122º posto nella lista delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi di Rolling Stone. Nel 1999, BMI l’ha nominata come la quarta canzone più eseguita del XX secolo, con circa sette milioni di esecuzioni.

Il 27 marzo 2012, la Songwriters Hall of Fame ha annunciato che la canzone avrebbe ricevuto il suo Towering Song Award 2012 e che King sarebbe stato onorato con il Towering Performance Award 2012 per la sua registrazione della canzone. Nel febbraio 2019, la rete Smooth Radio nel Regno Unito l’ha definita “una delle migliori canzoni d’amore degli anni ’60”.

(Wikipedia, voce Stand by Me (Ben E. King song))

————————————————

InfinitiTesti.com

Contatti
Artisti italiani
Artisti stranieri
Traduzioni
Discografie scelte
Rassegne e speciali

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Arturo Bandini e Marie Jolie
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Arturo Bandini (ad interim) (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *