—————————————————-

“Ricordi le strade erano piene
di quel lucido scirocco
che trasforma la realtà abusata
e la rende irreale
sembravano alzarsi le torri
in un largo gesto barocco
e in via dei Giudei volavan velieri
come in un porto canale.

Tu dietro al vetro di un bar impersonale
seduto a un tavolo da poeta francese
con la tua solita faccia aperta ai dubbi
e un po’ di rosso routine dentro al bicchiere
pensai di entrare per stare assieme a bere
e a chiaccherare di nubi…

Ma lei arrivò affrettata
danzando nella rosa
di un abito di percalle
che le fasciava i fianchi
e cominciò a parlare
ed ordinò qualcosa
mentre nel cielo rinnovato
correvano le nubi a branchi

E le lacrime si aggiunsero al latte di quel tè
e le mani disegnavano sogni e certezze
ma io sapevo come ti sentivi schiacciato
fra lei e quell’altra che non sapevi lasciare
tra i tuoi due figli e l’una e l’altra morale
come sembravi inchiodato…

Lei si alzò con un gesto finale
poi andò via senza voltarsi indietro
mentre quel vento la riempiva
di ricordi impossibili
di confusione e immagini.


Lui restò come chi non sa proprio cosa fare
cercando ancora chissà quale soluzione
ma è meglio poi un giorno solo da ricordare
che ricadere in una nuova realtà sempre identica…

Ora non so davvero dove lei sia finita
se ha partorito un figlio
o come inventa le sere
lui abita da solo e divide la vita
tra il lavoro, versi inutili
e la routine d’un bicchiere
soffiasse davvero quel vento di scirocco
e arrivasse ogni giorno
per spingerci a guardare
dietro alla faccia abusata delle cose
nei labirinti oscuri della case
dietro allo specchio segreto d’ogni viso
dentro di noi…”.

—————————————————-

Francesco Guccini, Scirocco – 5:40
(Francesco Guccini, Flaco Biondini; Francesco Guccini)
Album: Signora Bovary (1987)

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Francesco Guccini.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“La storia struggente di Scirocco è vera. E’ la storia di un amico poeta, da me soprannominato Baudelaire. Non riuscendo a decidere tra la sposa e la fidanzata, fu lasciato da entrambe. Se si fosse messo con quella nuova, forse sarebbe stato felice i primi tempi, ma poi avrebbe litigato. Meglio svanire nel ricordo. Meglio una cosa mai avvenuta, di una cosa che avviene e poi ti delude. Come Gozzano: le rose che non colsi. Le storie non finite, non concluse, conservano un sapore particolare. Se si fossero sviluppate magari sarebbero finite male; o in ogni caso sarebbero finite”. (Francesco Guccini)

(Aldo Cazzullo, Francesco Guccini compie 80 anni: «Non sono mai stato comunista», Corriere della Sera, 6 giugno 2020)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-