—————————————————-

“Well now on a summer night in a dusky room
come a little piece of the Lord’s undying light
crying like he swallowed the fiery moon
in his mother’s arms
it was all the beauty I could take
like the missing words
to some prayer that I could never make
in a world so hard and dirty
so fouled and confused
searching for a little bit of God’s mercy
I found living proof

I put my heart and soul
I put ‘em high upon a shelf
right next to the faith
the faith that I’d lost in myself
I went down into the desert city
just tryin’ so hard to shed my skin
I crawled deep into some kind of darkness
lookin’ to burn out
every trace of who I’d been
you do some sad sad things baby
when it’s your you ‘re tryin’ to lose
you do some sad and hurtful things
I’ve seen living proof

You shot through my anger and rage
to show me my prison was just an open cage
there were no keys no guards
just one frightened man
and some old shadows for bars

Well now all that’s sure on the boulevard
is that life is just a house of cards
ss fragile as each and every breath
of this boy sleepin’ in our bed
tonight let’s lie beneath the eaves
just a close band of happy thieves
and when that train comes we’ll get on board
and steal what we can
from the treasures of the Lord
it’s been along long drought baby
tonight the rain’s pourin’ down on our roof
looking for a little bit of God’s mercy
I found living proof”.

—————————————————-



Traduzione.

“Una notte d’estate in una stanza buia
entrò una minima parte
della luce eterna del Signore
urlando come se avesse inghiottito la luna accesa
nelle braccia di sua madre
c’era tutta la bellezza possibile
come le parole mancanti di una preghiera
che non sarei mai riuscito ad inventare
in un modo così duro e sporco
così disonesto e confuso
in cerca di un po’ della misericordia di Dio
ho trovato la prova vivente.

Misi il mio cuore e la mia anima
li misi lassù in alto su uno scaffale
proprio accanto alla fede
la fede che avevo perso in me stesso
scesi giù nella città deserta
cercando così intensamente
di liberarmi della mia pelle
strisciai in profondità
in una sorta di tenebrea
cercando di bruciare
ogni traccia di chi ero stato
si fanno cose tristi tristi, piccola
quando è se stessi che si cerca di perdere
si fanno cose tristi e offensive
ho visto la prova vivente

Tu sbuchi attraverso la mia collera e furore
per mostrarmi che la mia prigione
era solo una gabbia aperta
non c’erano chiavi, né guardie
solo un uomo spaventato
e alcune vecchie ombre per sbarre

Adesso tutto ciò che è certo sul boulevard
è che la vita è solo una casa di carte
così fragile come ogni singolo respiro
di questo ragazzo che dorme nel nostro letto
stanotte stiamo sdraiati sotto la gronda
solo una banda compatta di ladri felici
e quando quel treno arriverà, saliremo a bordo
e ruberemo ciò che potremo
dai tesori, dai tesori del Signore
è stata una lunga lunga siccità, piccola
stanotte la pioggia
scende a dirotto sul nostro tetto
cercando un pochino della pietà di Dio
ho trovato la prova vivente”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Bruce Springsteen, Living proof – 4:49
(Bruce Springsteen)
Album: Lucky town (1992)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bruce Springsteen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Living proof è la canzone di Springsteen diventato padre, un vero e proprio inno alla paternità: Una notte d’estate in una stanza buia / Entrò una minima parte della luce eterna del Signore / Urlando come se avesse inghiottito la luna accesa / Nelle braccia di sua madre c’era tutta la bellezza possibile / Come le parole mancanti di una preghiera che non sarei mai riuscito ad inventare / In un mondo così duro e sporco / così disonesto e confuso / In cerca di un po’ della misericordia di Dio / Ho trovato la prova vivente“.

(Antonio Spadaro S.I., “La Risurrezione” di Bruce Springsteen, La Civiltà Cattolica 2002 IV pag. 20)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-