—————————————————-

“She calls out to the man on the street
– Sir, can you help me?
It’s cold and I’ve nowhere to sleep
is there somewhere you can tell me?”

He walks on, doesn’t look back
he pretends he can’t hear her
starts to whistle as he crosses the street
seems embarrassed to be there

Oh think twice
it’s another day
for you and me in paradise
oh think twice
it’s just another day for you
you and me in paradise

She calls out to the man on the street
he can see she’s been crying
she’s got blisters on the soles of her feet
can’t walk but she’s trying

Oh think twice
it’s another day
for you and me in paradise
oh think twice
it’s just another day for you
you and me in paradise


Oh Lord, is there nothing more anybody can do
oh Lord, there must be something you can say

You can tell from the lines on her face
you can see that she’s been there
probably been moved on from every place
‘cos she didn’t fit in there

Oh think twice
it’s another day
for you and me in paradise
oh think twice
it’s just another day for you
you and me in paradise”.

—————————————————-

Traduzione.

“Lei chiama l’uomo sulla strada
– Signore, può aiutarmi?
Fa freddo e non ho nessun posto dove dormire
c’è qualche posto che può indicarmi? –

Lui continua a camminare
senza guardare indietro
fa finta di non sentirla
comincia a fischiettare
mentre attraversa la strada
sembra imbarazzato di essere lì

Oh ripensaci, è un altro giorno
per te e me in paradiso
oh ripensaci, è solo un altro giorno
per te te e me in paradiso

Lei chiama l’uomo sulla strada
lui vede che lei ha pianto
lei ha i piedi ricoperti di vesciche
non può camminare, ma ci prova

Oh ripensaci, è un altro giorno
per te e me in paradiso
oh ripensaci, è solo un altro giorno
per te te e me in paradiso

Oh Signore, non c’è niente più
che qualcuno può fare
Oh Signore, ci deve essere
qualcosa che puoi dire

Puoi capirlo dai lineamenti del suo viso
puoi vedere che lei è stata lì
probabilmente si è trasferita da ogni luogo
perché non si è trovata bene

Oh ripensaci, è un altro giorno
per te e me in paradiso
oh ripensaci, è solo un altro giorno
per te te e me in paradiso”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Phil Collins, Another day in paradise – 5:22
(Phil Collins)
Album: …But seriously (1989)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Another Day in Paradise è un brano musicale di Phil Collins, pubblicato come primo singolo estratto dall’album …But Seriously del 1989. Così come il brano Man on the Corner, scritto da Collins ai tempi in cui faceva parte dei Genesis, Another Day in Paradise affronta il tema dei senzatetto, con uno stile musicale completamente diverso da quello utilizzato dal cantante fino a quel momento. Il singolo raggiunse la vetta di numerose classifiche, diventando uno dei maggiori successi di Phil Collins, che nel 1991 vinse il Grammy Award nella categoria “Disco dell’anno”. Il brano inoltre ottenne anche un Brit Award come miglior singolo britannico del 1990. Per il titolo della canzone Phil prese spunto da una frase del brano “Par Avion” di Mike and The Mechanics del 1985. Another Day in Paradise è stata inoltre posizionata alla posizione numero 86 della classifica stilata dalla rivista Billboard delle Più grandi canzoni di tutti i tempi“.

(Wikipedia, voce Another Day in Paradise (Phil Collins))

—————————————————-

Another day in Paradise è un brano che già dal titolo fa sognare, ma nel testo della canzone il bravo Phil Collins (ex Genesis) non parla di una giornata d’amore passata in Paradiso perché trascorsa con la donna amata, ma affronta invece un argomento molto meno frivolo, quello dei senzatetto. (…) La morale è che basta avere un focolare domestico per essere in Paradiso, ma molti di questo non se ne accorgono e non aiutano nemmeno il prossimo, se si trova in difficoltà, perché l’indifferenza regna sovrana.
Questo pezzo è tratto dal suo quarto album da solista “But Seriosly” dove si riconferma ancora una volta un ottimo cantante e compositore originale. Pezzo che fa pensare e riflettere e che porta Phil Collins sino al N. 1 nella classifica dei singoli più venduti in Italia nella HitParade settimanale e nella Top10 annuale, in quanto il brano resta in classifica per ben sei mesi”.

(Recensione su Hit Parade Italia)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-