“We were tight knit boys
brothers in more then name
you would kill for me
and knew that I’d do the same
and it cut me sharp
hearing you’d gone away

But everything goes away
yeah everything goes away

But I’m going to be here
until I’m nothing
but bones in the ground

And I was there
when you grew restless
left in the dead of night
and I was there
when three months later
you were standing in the door
all beat and tired
and I stepped aside

Everything goes away
yeah everything goes away
but I’m gonna be here
until I’m nothing
but bones in the ground
so quiet down

We were opposites at birth
I was steady as a hammer
no one worried ‘cause
they knew just where I’d be
and they said you were the crooked kind
and that you’d never have no worth
but you were always gold to me


And back when we were kids
we swore we knew the future
and our words would take us
half way ‘round the world
but I never left this town
and you never saw New York
and we ain’t ever cross the sea

But I am fine with where I am now
this home is home, and all that I need
but for you, this place is shame
but you can blame me
when there’s no one left to blame

Oh I don’t mind

All my life
I’ve never known where you’ve been
there were holes in you
the kind that I could not mend

And I heard you say
right when you left that day
does everything go away?
Yeah, everything goes away.

But I’m going to be here ‘til forever
so just call when you’re around”.

—————————————————-

Traduzione.

“Eravamo ragazzi molto uniti
fratelli non solo di nome
avresti ucciso per me
e sapevi che io avrei fatto lo stesso
ed è una ferita profonda
sentire che te ne sei andato

Ma tutto se ne va
sì tutto se ne va

Ma io resterò qui
finché sarò soltanto
ossa nella terra

E c’ero quando sei diventato agitato
e poi te ne sei andato
nel cuore della notte
e c’ero quando tre mesi dopo
ti sei presentato
davanti alla mia porta
sbattuto e stanco
e mi sono fatto da parte

Tutto se ne va
sì tutto se ne va
ma io resterò qui finchè sarò soltanto
ossa sulla terra
perciò calmati

Da bimbi eravamo opposti
io ero regolare come un martello
nessuno si preoccupava
perché sapevano esattamente dove mi trovavo
e dicevano che tu eri un poco di buono
e che non saresti mai valso a niente
ma tu sei sempre stato oro per me

E quando eravamo ragazzi
giuravamo di conoscere il futuro
e le nostre parole ci portavano
in quasi tutto il mondo
ma io non ho mai lasciato questa città
e tu non hai mai visto New York
e non abbiamo mai attraversato il mare

Ma io sto bene dove sto ora
questa casa è casa mia
ed è tutto ciò di cui ho bisogno
ma per te questo posto è solo vergogna
ma potrai incolpare me
quando non ci sarà più nessuno da incolpare

Oh, non mi importa

Per tutta la vita
non ho mai saputo dove fossi stato
c’erano dei buchi in te
che non si potevano ricucire

E ti ho sentito dire, quel giorno
proprio quando te ne sei andato
– Tutto se ne va? –
Sì, tutto se ne va

Ma io sarò qui fino alla fine dei tempi
perciò chiamami se sarai nei paraggi”.

—————————————————-

Radical Face, Always gold – 5:55
Album: The Family Tree: The Roots (2011)
EP: Always Gold EP (2012)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Elisa e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-