“Naci en la playa de mar y arena
bajo la sombra de un payande
como mi madre fue una esclava
rambien la marca yo la lleve
ay, suerte maldita llevar candenas

Y ser esclava
y ser esclava de un vil señor
ay, suerte maldita llevar cadenas
y ser esclava
y ser esclava de un vil señor”.

—————————————————-

Traduzione.

“sono nata su una spiaggia
di mare e sabbia
sotto l’ombra di una palma
come mia madre fu una schiava
io stessa porto il marchio
ah, maledetta sorte portare catene

Ed essere schiava
ed essere schiava di un vile signore
ah, maledetta sorte portare catene
ed essere schiava
ed essere schiava di un vile signore”.


(Traduzione a cura di Flavio Poltronieri)

—————————————————-

Lhasa de Sela, El payande – 3:33
(tradizionale, arrangiamento di Lhasa de Sela e Yves Desrosiers)
Album: La llorona (1997)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Lhasa de Sela.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Riferimenti.

Canzone tradizionale della fine dell’800 dal testo colombiano e dalla musica peruviana. La payande è un tipo di palma tipica della Colombia.

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Flavio Poltronieri
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-