—————————————————-

“Aunque mi vida esté de sombras llena
no necesito amar, no necesito
yo comprendo que amar es una pena
y que una pena de amor, es infinito

Y no necesito amar, tengo vergüenza
de volver a querer lo que he querido
toda repetición es una ofensa
y toda su expresión es un olvido

Desdeñosa, semejante a los dioses
yo seguiré luchando por mi suerte
sin escuchar las espantadas voces
de los envenenados por la muerte

No necesito amar, absurdo fuera
repetir el sermón de la montaña
por eso he de llevar hasta que muera
todo el odio inmortal que me acompaña

Aunque mi vida esté de sombras llena
no necesito amar, no necesito
yo comprendo que amar es una pena
y que una pena de amor es infinito


Y no necesito amar, tengo vergüenza
de volver a querer lo que he querido
toda repetición es una ofensa
y toda su expresión es un olvido

Desdeñosa, semejante a los dioses
yo seguiré luchando por mi suerte
sin escuchar las espantadas voces
de los envenenados por la muerte

No necesito amar, absurdo fuera
repetir el sermón de la montaña
por eso he de llevar hasta que muera
todo el odio inmortal que me acompaña”

—————————————————-

Traduzione.

“Anche se la mia vita è piena di ombre
non ho bisogno di amare, non ne ho bisogno
sò che amare è una pena
e che una pena d’amore è infinita

Non ho bisogno di amare, ho vergogna
di amare di nuovo ciò che già ho amato
ogni ripetizione è un’offesa
e ogni soppressione è una dimenticanza

Disdegnosa, simile agli dèi
continuerò a lottare per la mia sorte
senza ascoltare le voci spaventate
degli avvelenati dalla morte

Non ho bisogno di amare, sarà assurdo
ma ripeterò il sermone della montagna
per portare fino alla morte
tutto l’odio immortale che mi accompagna

Anche se la mia vita è piena di ombre
non ho bisogno di amare, non ne ho bisogno
sò che amare è una pena
e che una pena d’amore è infinita

Non ho bisogno di amare, ho vergogna
di amare di nuovo ciò che già ho amato
ogni ripetizione è un’offesa
e ogni soppressione è una dimenticanza

Disdegnosa, simile agli dèi
continuerò a lottare per la mia sorte
senza ascoltare le voci spaventate
degli avvelenati dalla morte

Non ho bisogno di amare, sarà assurdo
ma ripeterò il sermone della montagna
per portare fino alla morte
tutto l’odio immortale che mi accompagna”.

(Traduzione a cura di Flavio Poltronieri)

—————————————————-

Lhasa de Sela, Desdeñosa – 3:33
(tradizionale, arrangiamento di Lhasa de Sela e Yves Desrosiers)
Album: La llorona (1997)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Lhasa de Sela.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Riferimenti.

Valzer peruviano di Miguel Paz, da ricordare anche l’interpretazione di Mercedes Simone.

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Flavio Poltronieri
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-