Luigi Tenco – Cara maestra (testo)

————————————————

“Cara maestra
un giorno m’insegnavi
che a questo mondo noi
noi siamo tutti uguali.

Ma quando entrava in classe il direttore
tu ci facevi alzare tutti in piedi
e quando entrava in classe il bidello
ci permettevi di restar seduti.

Mio buon curato
dicevi che la chiesa
è la casa dei poveri
della povera gente.

Però hai rivestito la tua chiesa
di tende d’oro e marmi colorati
come può adesso un povero che entra
sentirsi come fosse a casa sua?

Egregio sindaco
m’hanno detto che un giorno
tu gridavi alla gente
“vincere o morire”.


Ora vorrei sapere come mai
vinto non hai, eppure non sei morto
e al posto tuo è morta tanta gente
che non voleva né vincere né morire?”.

————————————————

Luigi Tenco, Cara maestra – 2:41
(Luigi Tenco)
Album: Luigi Tenco (1962)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Arturo Bandini (ad interim) (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *