—————————————————-

“La route encore humide
les orages sont passés
les aboiements d’un chien
résonnent au loin
je rentre chez moi d’un bon pas

Dans un magasin qui n’existe pas
j’ai acheté du silence
des instants calmes et paisibles
dans un magasin qui n’existe pas
et ça ne coûte rien

Sur le bord de la route
des nuées d’oiseaux partent vers le sud
nous les humains devenus
sédentaires par inadvertance

Parce que nous ne savions plus voler
si ce n’est dans la caisse parfois
je rentre chez moi d’un bon pas
mais je pourrais aller n’importe où

Dans un magasin qui n’existe pas
j’ai trouvé des choses sans nom
dans un magasin qui n’existe pas
des nuées d’oiseaux partent
vers le sud et ça ne coûte rien


On reste cloué au sol
on regarde le défilé
des cumulo-nimbus
en marchant vers je ne sais où
des nuées d’oiseaux partent vers le sud
et ça ne coûte rien
des nuées d’oiseaux partent vers le sud
et ça ne coûte rien
des nuées d’oiseaux partent vers le sud
et ça ne coûte rien”.

—————————————————-

Traduzione.

“La strada ancora umida
i temporali sono passati
i latrati di un cane
risuonano in lontananza
rientro a casa a passo svelto

In un negozio che non esiste
ho acquistato del silenzio
dei momenti calmi e tranquilli
in un negozio che non esiste
e questo non costa niente

Sul ciglio della strada
nugoli d’uccelli partono verso sud
noi, gli umani divenuti
sedentari inavvertitamente

Perché non sappiamo più volare
solo rubare dalla cassa talvolta
rientro a casa a passo svelto
ma potrei andare ovunque

In un negozio che non esiste
ho trovato delle cose senza nome
in un negozio che non esiste
nugoli d’uccelli partono verso sud
e questo non costa niente

Si resta inchiodati per terra
si osserva il corteo
dei cumulonembi
in marcia verso non so dove
nugoli d’uccelli partono verso sud
e questo non costa niente”.

(Traduzione a cura di Flavio Poltronieri)

—————————————————-

Jérôme Minière (feat. Lhasa de Sela), Un magasin qui n’existe pas – 3.44
Album: Chez Herri Kopter (2004)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Nota del traduttore.

La frase:

“Parce que nous ne savions plus voler
Si ce n’est dans la caisse parfois”

gioca sul fatto che in francese il verbo “voler” significa “volare” ma anche “rubare” e perciò letteralmente si dovrebbe tradurre “Perché non sappiamo più volare se non nella cassa talvolta” che in italiano non ha alcun senso: la frase peraltro mi ricorda un po’ il modo di giocare con le parole dell’amato Jacques Brel.

(Flavio Poltronieri, 26 febbraio 2014)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Flavio Poltronieri
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-