“Vivere non è possibile
lasciò un biglietto inutile
prima di respirare il gas
prima di collegarsi al caos
era mia amica
era una stronza
aveva sedici anni appena

Vagamente psichedelica
La sua t-shirt all’epoca
Prima di perdersi nel punk
Prima di perdersi nel crack
Si mise insieme ad un nazista
Conosciuto in una rissa

E nonostante le bombe vicine e la fame
malgrado le mine
sul foglio lasciò parole nere di vita
la guerra è finita
per sempre è finita
almeno per me

Emotivamente instabile
viziata ed insensibile
il professore la bollò
ed un caramba la incastrò
durante un furto all’Esselunga
pianse e non le piacque affatto

E nonostante le bombe alla televisione
malgrado le mine
la penna sputò parole nere di vita
la guerra è finita
per sempre è finita
almeno per me
e nonostante sua madre impazzita e suo padre
malgrado Belgrado, America e Bush
con una bic profumata
da attrice bruciata
la guerra è finita
scrisse così”.

—————————————————-



Baustelle, La guerra è finita – 4:21
(Francesco Bianconi; Claudio Brasini, Francesco Bianconi)
Album: La malavita (2005)

Brano inserito nella rassegna Life itself. Canzoni di vita, di morte e di altre sciocchezze di InfinitiTesti

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Francesco Bianconi ha descritto il brano dicendo: «una storia personale, nel senso che la protagonista era una mia amica. È una canzone che illustra una storia di “malavita”, scritta con il distacco narrativo che cerchiamo sempre di mettere nelle nostre canzoni». Il videoclip della canzone, diretto da Lorenzo Vignolo, è girato interamente a Genova; narra la storia di una facoltosa ragazza adolescente (interpretata da Alison Julia Forest) che, per sfuggire al mondo troppo perbenista dei genitori, vive una seconda vita, disordinata e aggressiva, compiendo atti di bullismo come rubare dai negozi, scontrarsi fisicamente con ragazzi di strada, trattare con spacciatori. La ragazza appare sempre più confusa, e dopo un attimo di riflessione, in una sorta di cantiere con slogan che inneggiano alla libertà, ritorna a casa piangendo e, guardandosi allo specchio sembra ritrovare un leggero sorriso, proprio di chi ha trovato una via di fuga. Nella canzone la fuga è il suicidio ma ciò nel video non viene espressamente mostrato”.

(Wikipedia, voce La guerra è finita (singolo))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-