—————————————————-

“Amou daquela vez como se fosse a última
beijou sua mulher como se fosse a última
e cada filho seu como se fosse o único
e atravessou a rua com seu passo tímido
subiu a construção como se fosse máquina
ergueu no patamar quatro paredes sólidas
tijolo com tijolo num desenho mágico
seus olhos embotados de cimento e lágrima
sentou pra descansar como se fosse sábado
comeu feijão com arroz como se fosse um príncipe
bebeu e soluçou como se fosse um náufrago
dançou e gargalhou como se ouvisse música
e tropeçou no céu como se fosse um bêbado
e flutuou no ar como se fosse um pássaro
e se acabou no chão feito um pacote flácido
agonizou no meio do passeio público
morreu na contramão atrapalhando o tráfego

Amou daquela vez como se fosse o último
beijou sua mulher como se fosse a única
e cada filho seu como se fosse o pródigo
e atravessou a rua com seu passo bêbado
subiu a construção como se fosse sólido
ergueu no patamar quatro paredes mágicas
tijolo com tijolo num desenho lógico
seus olhos embotados de cimento e tráfego
sentou pra descansar como se fosse um príncipe
comeu feijão com arroz como se fosse o máximo
bebeu e soluçou como se fosse máquina
dançou e gargalhou como se fosse o próximo
e tropeçou no céu como se ouvisse música
e flutuou no ar como se fosse sábado
e se acabou no chão feito um pacote tímido
agonizou no meio do passeio náufrago
morreu na contramão atrapalhando o público

Amou daquela vez como se fosse máquina
beijou sua mulher como se fosse lógico
ergueu no patamar quatro paredes flácidas
sentou pra descansar como se fosse um pássaro
e flutuou no ar como se fosse um príncipe
e se acabou no chão feito um pacote bêbado
morreu na contra-mão atrapalhando o sábado”.

—————————————————-

Traduzione.


“Quella volta amò come se fosse l’ultima
baciò sua moglie come se fosse l’ultima
e ogni figlio suo come se fosse l’unico
e attraversò la strada col suo passo timido
salì la costruzione come se fosse macchina
eresse sul pianerottolo quattro pareti solide
mattone con mattone in un disegno magico
gli occhi pieni di cemento e lacrime
sedette a riposare come se fosse sabato
mangiò fagioli e riso come se fosse un principe
bevve e singhiozzò come se fosse un naufrago
danzò e sghignazzò come se udisse musica
e inciampò nel cielo come se fosse un ubriaco
e fluttuò nell’aria come se fosse un passero
e finì al suolo come un pacco flaccido
agonizzò nel mezzo del passaggio pubblico
morì in contromano intralciando il traffico

Quella volta amò come se fosse l’ultimo
baciò sua moglie come se fosse l’unica
e ogni figlio suo come se fosse il prodigo
e attraversò la strada col suo passo ubriaco
salì la costruzione come se fosse solido
eresse sul pianerottolo quattro pareti magiche
mattone con mattone in un disegno logico
gli occhi pieni di cemento e traffico
sedette a riposare come se fosse un principe
mangiò fagioli e riso come se fosse il massimo
bevve e singhiozzò come se fosse macchina
danzò e sghignazzò come se fosse il prossimo
e inciampò nel cielo come se udisse musica
e fluttuò nell’aria come se fosse sabato
e finì al suolo come un pacco timido
agonizzò nel mezzo del passaggio naufrago
morì in contromano intralciando il pubblico

Quella volta amò come se fosse macchina
baciò sua moglie come se fosse logico
eresse sul pianerottolo quattro pareti flaccide
sedette a riposare come se fosse un passero
e fluttuò nell’aria come se fosse un principe
e finì al suolo come un pacco ubriaco
morì in contromano intralciando il sabato”.

(Traduzione a cura di Giuliano Lotti)

—————————————————-

Chico Buarque, Construção – 6:26
(Chico Buarque)
Album: Construção (1971)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Riferimenti.

Con toni epici Buarque racconta l’ultimo giorno di vita di un operaio di un cantiere civile, morto sul lavoro “intralciando il traffico”. La struttura narrativa si caratterizza per la ricorsività simmetrica delle strofe, e per l’utilizzo di parole sdrucciole in chiusura di ogni verso. Termini che vengono alternati (“mattone con mattone in un disegno magico/logico”, “fluttuò nel celo come se fosse un passero/sabato”) e che per una fortunata coincidenza hanno l’accento sulla terzultima sillaba anche in italiano. In un sondaggio promosso nel 2001 dal quotidiano Folha de S. Paulo, a cui parteciparono 241 tra giornalisti, musicisti e artisti vari, Construção venne eletta seconda migliore canzone brasiliana di tutti i tempi (dietro ad Águas de Março di Tom Jobim). In seguito, in una analoga classifica stilata nel 2009 dalla versione brasiliana della rivista Rolling Stone, Construção risultò al primo posto. Nei primi abbozzi la canzone conteneva due versi che poi non vennero usati: “Pôs pedra sobre pedra até perder o fôlego” (“Mise pietra su pietra fino a perdere il fiato”), “E o máximo suor por um salário mínimo” (“E il massimo sudore per un salario minimo”).

(Giuliano Lotti, 19 giugno 2014)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Giuliano Lotti
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-