—————————————————-

“Ninguém ouviu
um soluçar de dor
no canto do Brasil

Um lamento triste
sempre ecoou
desde que o índio guerreiro
foi pro cativeiro
e de lá cantou

Negro entoou
um canto de revolta pelos ares
no Quilombo dos Palmares
onde se refugiou

Fora a luta dos Inconfidentes
pela quebra das correntes
nada adiantou

E de guerra em paz
de paz em guerra
todo o povo dessa terra
quando pode cantar
canta de dor


E ecoa noite e dia
é ensurdecedor
ai, mas que agonia
o canto do trabalhador

Esse canto que devia
ser um canto de alegria
soa apenas
como um soluçar de dor”.

—————————————————-

Traduzione.

“Nessuno ha sentito
un singhiozzare di dolore
nei canti del Brasile

Un lamento triste
è sempre riecheggiato
da quando l’indio guerriero
fu fatto prigioniero
e da allora cantò

Il negro intonò
un canto di rivolta al vento
nel Quilombo dos Palmares (1)
dove si rifugiò

Eccetto la lotta degli Inconfidentes (2)
per spezzare le catene
nulla è servito

E dalla guerra alla pace
dalla pace alla guerra
tutto il popolo di questa terra
quando può cantare
canta per il dolore

E riecheggia giorno e notte
è assordante
ah ma che agonia
il canto del lavoratore

Questo canto che dovrebbe
essere un canto d’allegria
risuona appena
come un singhiozzare di dolore”.

(Traduzione a cura di Giuliano Lotti)

—————————————————-

Note.

(1) Il quilombo era una comunità rurale, nascosta nelle aree disabitate del Brasile tra le montagne o nelle foreste, costituita da schiavi neri fuggiti dalle piantagioni durante la dominazione portoghese tra il XVI e il XIX secolo. Il più importante di questi raggruppamenti fu il Quilombo dos Palmares, localizzato nell’attuale stato brasiliano di Alagoas, che arrivò a contare 30 mila abitanti. Resistendo per quasi un secolo alle numerose campagne militari per la ricattura dei fuggitivi, il Quilombo dos Palmares è divenuto un simbolo contro la schiavitù.

(2) Inconfidência Miniera: movimento indipendentista sorto alla fine del XVIII secolo nell’attuale stato brasiliano del Minas Gerais, che tentò di ribellarsi contro il colonialismo portoghese. È considerato uno dei momenti fondanti dello stato brasiliano, come lo sono le lotte risorgimentali per quello italiano.

—————————————————-

Clara Nunes, Canto das três raças – 4:27
Album: Canto das três raças (1976)
Album: O talento de Clara Nunes (1985, raccolta)
Album: O canto da guerreira (1989, raccolta)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Giuliano Lotti e Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-