“Era la dolce figlia
di un uomo solitario
tra il loro amore il mare
lui era un pescatore

Prima un bacio poi un altro
ogni sera un addio
lei gli porgeva il cestino
e sorrideva al destino

Io non ho lasciato
il mio cuore a San Francisco
io ho lasciato il mio cuore
sul porto di Livorno

Le luci si accendevano sul mare
era un giorno strano
mi rifiutai di credere
che fossero lampare

Al ritorno ero amaro
anche se sorridevo
era tutto cambiato
mi sentivo un estraneo

Me ne andai
verso il mare
a cercare un ricordo
a trovare un passato
di quando era tempo d’amare


Io non ho lasciato
il mio cuore a San Francisco
io ho lasciato il mio cuore
sul porto di Livorno”.

—————————————————-

Piero Ciampi, Sul porto di Livorno – 3:39
(Piero Ciampi, Marchetti)
Album: Dentro e fuori (1976)
Album: L’album di Piero Ciampi (1990, raccolta)

Brano inserito nella rassegna I luoghi del cuore di InfinitiTesti.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])

—————————————————-