—————————————————-

“While travelling northwards
on a back country lane
I came on the village
where first I grew
and stopped to climb up
the hill once again
looking down from the tracks
to the grey slate roofs

I watched the village moving
as the day went slowly by
in the field we lay here
my very first love and I
under timeless arcadian skies
under timeless arcadian skies

The old canal lies
sleeping under the sky
the barges are gone to a lost decade
on overgrown banks here
lovers’ footsteps went by
long before ever the roads were made
and in our turn we passed here
and carved our names on trees
as the days washed by like
waves of an endless sea
under timeless arcadian skies
under timeless arcadian skies

Time runs through your fingers
you never hold till its gone
some fragments just linger with you
like snow in the spring hanging on

I left the village behind in the night
to fade like a sail in the darkening seas
the shifts and changes in the patterns of life
will weather it more that the centuries
and in another village in a far off foreign land
the new day breaks out opening up its hand
and the sun has the moon in his eyes
as he wanders the timeless skies”.


—————————————————-

Traduzione.

“Viaggiando in direzione nord
su una stradina di campagna
sono arrivato al villaggio
dove sono cresciuto
e mi sono fermato per salire in cima
sulla collina ancora una volta
guardando dall’alto la striscia
dei tetti di ardesia

Ho visto il villaggio muoversi
come si muove il giorno, lentamente
nel campo in cui ci stendevamo
non ci sono più le impronte degli amanti
nei campi in cui ci stendevamo
il mio primo vero amore ed io
eterni paradisi idilliaci
eterni paradisi idilliaci

Il vecchio fiume di menzogne
sta dormendo sotto al cielo
la zattera si è smarrita un decennio fa
tra queste sponde incolte
non ci sono più le impronte degli amanti
molto prima che ci fossero le strade
e prima che passassimo di qua
e che scolpissimo i nostri nomi sugli alberi
come giorni spazzati
dalle onde di un mare infinito
eterni paradisi idilliaci
eterni paradisi idilliaci

Il tempo ti sfugge tra le dita
non puoi trattenerlo e alla fine se ne va
solo qualche frammento rimane con te
come la neve aggrappata alla primavera

Ho lasciato il villaggio nella notte
che svanisse come una vela
in un mare che va scurendo
gli spostamenti e i cambi nei percorsi di vita
resisteranno oltre i secoli
e in un altro villaggio
in una lontana terra straniera
un nuovo giorno comincia aprendo le sue braccia
e il sole mentre guarda la luna
percorre i cieli senza tempo”.

(Traduzione a cura di Arianna Russo)

—————————————————-

Al Stewart, Timeless skies – 3:40
(Al Stewart)
Album: Time passages (1978)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-